Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 30 NOVEMBRE 2022
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Covid. Pfizer e Biontech: “Nostro vaccino è efficace anche nei bambini tra 12 e 15 anni”


Le due aziende hanno divulgato i primi esiti di uno studio su 2.260 adolescenti di età compresa tra 12 e 15 anni. Ci sono stati 18 casi di Covid nel gruppo che ha ricevuto un'iniezione di placebo e nessuno nel gruppo che ha ricevuto il vaccino, con un'efficacia del 100% nella prevenzione del Covid. “Pronti a chiedere autorizzazioni a Fda e altre agenzie regolatorie”.

31 MAR - Pfizer Inc e BioNTech SE hanno dichiarato oggi che il loro vaccino COVID-19 è sicuro ed efficace e ha prodotto robuste risposte anticorpali nei bambini di età compresa tra 12 e 15 anni, aprendo loro la strada per richiedere l'autorizzazione per l'uso di emergenza negli Stati Uniti tra poche settimane.
 
“La Pfizer spera che le vaccinazioni del gruppo possano iniziare prima del prossimo anno scolastico” ha detto in una dichiarazione Albert Bourla, presidente e amministratore delegato della Pfizer.
 
Il vaccino Pfizer è già autorizzato per l'uso in persone a partire dall'età di 16 anni. Il nuovo studio offre la prima prova di come il vaccino funzionerà anche negli adolescenti in età scolare.
 
“Nello studio su 2.260 adolescenti di età compresa tra 12 e 15 anni, ci sono stati 18 casi di COVID-19 nel gruppo che ha ricevuto un'iniezione di placebo e nessuno nel gruppo che ha ricevuto il vaccino, con un'efficacia del 100% nella prevenzione del COVID-19”, hanno dichiarato le aziende in una nota.
 
Il vaccino è stato “ben tollerato, con effetti collaterali in linea con quelli osservati tra i soggetti di età compresa tra 16 e 25 anni nello studio sugli adulti”. Non sono stati elencati gli effetti collaterali per il gruppo più giovane, ma gli effetti collaterali dello studio per gli adulti erano generalmente da lievi a moderati e includevano dolore al sito di iniezione, mal di testa, febbre e affaticamento.
 
Le aziende hanno anche studiato un sottogruppo di adolescenti per misurare il livello di anticorpi neutralizzanti il ​​virus un mese dopo la seconda dose e hanno scoperto che era paragonabile ai partecipanti allo studio di età compresa tra 16 e 25 anni nello studio cardine sugli adulti.
 
Bourla ha affermato che la società prevede di richiedere l'autorizzazione di emergenza alla Food and Drug Administration statunitense "nelle prossime settimane e ad altri regolatori in tutto il mondo, con la speranza di iniziare a vaccinare questa fascia di età prima dell'inizio del prossimo anno scolastico".
 
Si ricorda infine che la scorsa settimana, le aziende hanno iniziato a testare il vaccino nei bambini più piccoli, dai 6 mesi in su.

31 marzo 2021
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy