Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 19 OTTOBRE 2021
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Vaccino Covid in gravidanza e allattamento. I ginecologi: “Dalla circolare del ministero della Salute una conferma alle nostre rassicurazioni per le donne”


I ginecologi della Sigo-Aogoi-Agui-Agite plaudono alle rassicurazioni del ministero della Salute che hanno confermato l’assoluta tranquillità nel procedere alla vaccinazione anti Covid 19 per le donne gravide e in allattamento: “Non ci sono motivi biologici che controindicano l’utilizzo del vaccino mRNA in qualunque fase della gravidanza e non ci sono ragioni per ritenere che il vaccino aumenti il rischio teratogeno”

27 SET - “La Sigo con le sue Confederate Aogoi-Agui-Agite prende atto, con grande soddisfazione, e condivide le raccomandazioni del Ministero della Salute, contenute nella circolare recentemente diramata e che, - rassicurando le decine di migliaia di donne gravide e in allattamento - ha confermato l’assoluta tranquillità per le stesse nel procedere alla vaccinazione anticovid 19”.
 
È quanto scrivono in una nota Antonio Chiàntera Presidente Sigo e Federazione Sigo, Elsa Viora Presidente Aogoi, Nicola Colacurci, Presidente Agui e Valeria Dubini Presidente Agite.
 
“Quanto riportato nella circolare del Dipartimento per la Prevenzione – prosegue la nota – conferma ed enfatizza quanto già espresso dalla Federazione Sigo-Aogoi-Agui-Agite -, sia nei suoi costanti rapporti con i tavoli istituzionali, sia attraverso campagne mediatiche di sensibilizzazione, condotte anche sui social media, per rassicurare le gestanti e le puerpere in allattamento circa l’assoluta sicurezza del vaccino anticovid.

In effetti si tratta di un vaccino che contiene mRNA, non il virus, e quindi non vi sono motivi biologici che controindicano il suo utilizzo in qualunque fase della gravidanza. Non ci sono ragioni per ritenere che il vaccino aumenti il rischio teratogeno e vi è documentazione che non aumenta il rischio di aborto nel primo trimestre”.
 
Alla luce di queste considerazione i ginecologi precisano quindi che “la vaccinazione può essere consigliata in tutte le epoche della gravidanza e ciò tenendo conto dei dati epidemiologici ma anche da quanto ribadito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.
L’Oms ha ribadito in un documento del 2 settembre 2021: “Who does not recommend pregnancy testing prior to vaccination. WHO does not recommend delaying pregnancy because of vaccination” (l’Oms sconsiglia il test di gravidanza prima della vaccinazione. Oms non consiglia di ritardare o interrompere la gravidanza a causa della vaccinazione).
 
Il Prof. Antonio Chiàntera, ringrazia infine i propri Soci che hanno fornito puntualmente i dati che hanno permesso all’Iss di fornire le attuali conoscenze sull’evoluzione delle gravidanze Covid in Italia, mentre la Presidente Aogoi Elsa Viora, sottolinea l’importanza di dare una corretta informazione alle donne. Infine Colacurci, Presidente dell’Agui auspica, un sempre maggior coinvolgimento della Federazione Sigo, non solo nella fornitura dei dati, ma anche soprattutto, nella loro elaborazione ed interpretazione.
 

27 settembre 2021
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy