Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 16 LUGLIO 2019
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Melanoma. Trovata la molecola che blocca la crescita del tumore

“Stiamo entrando nell’era dell’immunoterapia contro il cancro, presto saremo in grado di sconfiggerlo”, hanno commentato i ricercatori che hanno fatto la scoperta: una proteina, l’interleuchina-9, sarebbe capace di inibire lo sviluppo del più aggressivo cancro alla pelle.

10 LUG - Da decenni ormai si cerca di trovare la cura definitiva al cancro, anche se nessuno ci è ancora riuscito. Forse oggi un passo in avanti verso questo traguardo è stato fatto, o quantomeno per quanto riguarda il melanoma: su Nature Medicine è stato infatti pubblicato uno studio – condotto dal Brigham and Women’s Hospital – nel quale si parla di una preziosa proprietà di una delle interleuchine, proteine secrete dal sistema immunitario, e più precisamente dell’Il-9, che secondo le ultime ricerche sarebbe capace di inibire la crescita del cancro della pelle.
 
La scoperta deriva dall’osservazione di topi sprovvisti dei geniche permettono lo sviluppo di una particolare classe di linfociti T (i T helper 17): gli scienziati hanno scoperto che questo particolare gruppo di cellule favoriva una naturale resistenza al tumore e, in particolare, che i topi che presentavano più T helper 17 mostrassero anche una maggiore presenza di interleuchina-9 nell’organismo. Per dimostrare il ruolo di questa proteina, i ricercatori hanno allora provato a trattare topi affetti da melanoma con i linfociti della classe T helper 9 (TH9), che producono proprio Il-9. Così gli scienziati si sono accorti che era in effetti la proteina a innescare una profonda resistenza allo sviluppo del melanoma.

Un’ottima notizia, a maggior ragione visto che gli stessi ricercatori hanno anche scoperto che le cellule TH9 si trovano sia nel normale sangue umano che nella pelle, e più precisamente nei linfociti T memoria nel derma e nelle cellule mononucleate del sangue periferico. Al contrario, non sono presenti o lo sono in numero molto basso nei tessuti malati. “Ci troviamo di fronte all’era dell’immunoterapia contro il cancro, e in effetti grandi risultati sono stati ottenuti in pazienti affetti da melanoma trattati con farmaci che stimolano il sistema immunitario”, ha commentato Thomas S. Kupper, ricercatore dell’ospedale statunitense. “Ora speriamo che i risultati possano tradursi in trattamenti efficaci in ogni paziente, anche se in questo senso dobbiamo fare ancora molti passi in avanti”.
 

10 luglio 2012
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy