Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 24 AGOSTO 2019
Sicilia
segui quotidianosanita.it

Sicilia. Nuovo farmaco antitumorale in sperimentazione all’ospedale di Trapani

Si tratta del Nivolumab, utilizzato per la cura dei pazienti affetti da carcinoma polmonare squamocellulare non resecabile e/o metastatico e da adenocarcinoma polmonare, in seconda linea terapeutica, per chi cioè non ha risposto al primo trattamento chemioterapico.

18 GIU - Al reparto di oncologia dell’ospedale Sant’ Antonio Abate di Trapani parte l’utilizzo in via sperimentale di un nuovo farmaco antitumorale, non ancora commercializzato in Italia, per la cura del tumore al polmone. A darne notizia è una nota del’Asp di Trapani spiegando che il farmaco in questione è il Nivolumab,  da somministrare nei pazienti affetti da carcinoma polmonare squamocellulare non resecabile e/o metastatico e da adenocarcinoma polmonare, in seconda linea terapeutica, per chi cioè non ha risposto al primo trattamento chemioterapico.

Il tumore del polmone è la principale causa di morte per cancro e secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità è responsabile di oltre 1,5 milioni di decessi ogni anno, provocando più morti della somma dei tumori del colon-retto, seno e prostata.

“Il Nivolumab  - spiega il primario del reparto Filippo Zerilli - appartiene ad una classe di nuovi farmaci immuno-terapici che, in virtù del loro meccanismo d'azione, sembrano in grado di indurre risposte durature, prolungando l'aspettativa di vita dei pazienti. Gli studi hanno dimostrato che grazie all’originale meccanismo immunitario, la sopravvivenza globale dei pazienti è stata incrementata del 41% rispetto al docetaxel”.


“Nelle scorse settimane – ricorda la nota dell’Asp - allo scopo di garantire ai pazienti il tempestivo accesso a terapie farmacologiche efficaci, l’Agenzia Italiana del Farmaco ha attivato un “programma di uso compassionevole” per il trattamento con Nivolumab”.  Il cosiddetto uso compassionevole è la possibilità di utilizzare, a fini terapeutici, farmaci  per i quali non è ancora stata completata la fase di sperimentazione clinica. “Grazie all’iniziativa del primario – ha commentato il direttore generale dell’ASP Fabrizio De Nicola - e alla disponibilità dell’azienda produttrice, i pazienti trapanesi potranno così essere trattati con questa nuova innovativa molecola, migliorando la loro aspettativa di vita, in una patologia drammatica e degenerativa come è  il tumore polmonare”.

18 giugno 2015
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Sicilia

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy