Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 19 LUGLIO 2019
Sicilia
segui quotidianosanita.it

Ragusa: al Vittoria intervento di protesi d’anca a paziente che aveva rifiutato trasfusioni

La paziente, testimone di Geova, aveva rifiutato, per motivi religiosi, di dare il proprio consenso a eventuali trasfusioni di sangue e di emocomponenti che si fossero resi necessari durante e dopo l’intervento. Grazie agli accorgimenti dell’equipe diretta dal dott. Elio Padua, la procedura è stata possibile.

03 APR - "La scorsa settimana una paziente di Licata è stata sottoposta, presso l’Unità operativa complessa di Ortopedia dell’Ospedale R. Guzzardi di Vittoria dall’equipe diretta dal dott. Elio Padua, ad intervento di protesi d’anca. La paziente, testimone di Geova, aveva rifiutato, per motivi religiosi, di dare il proprio consenso a eventuali trasfusioni di sangue e di emocomponenti che si fossero resi necessari durante e dopo l’intervento chirurgico. Grazie alla collaborazione fra le U.O. di Anestesia e Rianimazione, diretta dal dott. Sebastiano Tiralongo, Ortopedia e SIMT l'intervento è stato possibile". A darne notizia, un comunicato dell'Asp di Ragusa.
 
"Un’attenta e puntuale valutazione pre-operatoria delle condizioni ematologiche della paziente un mese prima dell’intervento - spiega la nota -, eseguita dal dott. Francesco Bennardello, del SIMT, Servizi di immunoematologia e medicina trasfusionale di Ragusa, sede di Vittoria, ha permesso di evidenziare e di curare una precedente condizione di lieve anemia della paziente. La paziente è stata trattata, nelle settimane precedenti l’intervento, con farmaci ematinici e con agenti stimolanti l’eritropoiesi che hanno consentito di raggiungere valori di emoglobina assolutamente sicuri per poter affrontare l’intervento chirurgico senza il bisogno di sangue".

 
"Durante l’intervento operatorio - prosegue la nota -, per contenere le perdite ematiche, sono stati utilizzati farmaci anti emorragici. La paziente, dopo la dimissione, ha iniziato la consueta terapia di riabilitazione".
 
"Riteniamo - conclude l'Azienda - che le procedure messe in atto consentiranno, anche per il futuro, a far sì che pazienti che per motivi religiosi o personali, decidano di non ricorrere alle emotrasfusioni, possano trovare all’ospedale Guzzardi un’adeguata assistenza".

03 aprile 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Sicilia

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy