Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 29 SETTEMBRE 2020
Sicilia
segui quotidianosanita.it

Tumore al fegato inoperabile. L’Ismett sceglie il trapianto

Al primo studio che dimostra la validità terapeutica del trapianto di fegato in caso di cancro al fegato, pubblicato su The Lancet Oncology, aveva partecipato anche l’Istituto palermitano, che ora ha percorso proprio quella strada per il trattamento di una paziente che non poteva essere sottoposta alla resezione chirurgica. Il trapianto di fegato come cura dei tumori del fegato in fase primitiva o metastatica anche al centro di nuovi studi multicentrici avviati da Ismett con la rete oncologica siciliana.

29 LUG - Aveva un colangiocarcinoma, un tumore del fegato che riguarda le vie biliari, ma la signora di Catania non poteva essere sottoposta alla resezione chirurgica che è il trattamento standard per questa patologia. Così i medici dell’Irccs Ismett di Palermo hanno deciso per il trapianto di fegato, dopo un trattamento neoadiuvante per ridurre il volume del tumore. “Un approccio terapeutico non convenzionale - spiega l’Istituto - che ha garantito alla paziente di tornare ad una buona qualità della vita”. "La paziente - riferisce infatti il professore Salvatore Gruttadauria, direttore del Dipartimento per la cura e lo studio delle patologie addominali e dei trapianti addominali di ISMETT - è stata dimessa pochi giorni dopo l’intervento. Sta bene, le sue condizioni sono ritenute eccellenti ed è in grado di vivere una vita piena”. 

L'intervento è stato eseguito quasi un anno fa, anche se i medici hanno voluto attendere questi mesi prima di darne notizia per essere certi che l'approccio terapeutico non convenzionale funzionasse. Il trapianto di fegato come cura dei tumori del fegato in fase primitiva o metastatica è, infatti, alla base di nuovi studi multicentrici avviati da Ismett in sinergia con la rete oncologica siciliana.

 
“Il primo studio che dimostra la validità terapeutica del trapianto di fegato in caso di cancro al fegato - evidenzia tra l'altro l’Istituto - è stato pubblicato su The Lancet Oncology. Allo studio - anche questo un trial multicentrico - aveva partecipato anche l’Irccs Ismett”. La notizia dell’intervento sulla signora di Catania si inquadra proprio in un insieme di studi multicentrici che – in linea con le indicazioni di Lancet Oncology - hanno lo scopo di curare con il trapianto tumori primitivi e metastatici del fegato tradizionalmente non trattati con questo intervento. “Il trapianto di fegato per il colangiocarcinoma può in casi selezionati, di pazienti non curabili con la resezione del fegato che resta il trattamento ideale, essere un’opzione terapeutica efficace”, ha detto Gruttadauria.

29 luglio 2020
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Sicilia

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy