quotidianosanità.it

stampa | chiudi


Giovedì 14 FEBBRAIO 2013
Giornata contro il cancro infantile. Ogni anno in Italia 2.100 nuovi piccoli pazienti

Un bambino su 650 entro i 15 anni si ammala di linfoma, tumori solido o leucemia. Un evento raro ma in crescita. Di cancro infantile, però, "si può guarire”. A patto di “non perdere tempo”. Questo lo slogan della XI Giornata contro il cancro Infantile che si celebra il 15 febbraio in 85 Paesi nel mondo.

“Di cancro infantile si può guarire, non perdiamo tempo”. È questo l’appello lanciato da Fiagop onlus (Federazione Italiana delle Associazioni di Genitori Oncoematologia Pediatrica) in occasione dell’XI Giornata Mondiale contro il cancro Infantile, promossa in 85 paesi nel mondo dalla Confederazione Internazionale delle Organizzazioni di Genitori di Bambini malati di Cancro e dedicata quest’anno a catalizzare l’attenzione dell’opinione pubblica, delle Istituzioni, dei pediatri e delle famiglie sulla basilare importanza di una diagnosi tempestiva.

In Italia, secondo i dati forniti dall’Aieop (Associazione Italiana Ematologia Oncologia Pediatrica), ogni anno si ammalano di tumore (linfomi e tumori solidi) o leucemia 2100 bambini e adolescenti, 1 bambino su 650 entro i 15 anni di età. Sebbene sia un evento raro e le percentuali di guarigione siano alte, i tumori rimangono la prima causa di mortalità da malattia nei bambini. Ogni anno il numero è in leggera crescita.

Per porre l’attenzione dei cittadini e dei ragazzi stessi sui tumori infantili, la Fiagop ha programmato per venerdì e sabato prossimi due importanti iniziative.

Alle ore 11 centinaia di bambini e ragazzi delle scuole primarie e secondarie parteciperanno al lancio di palloncini bianchi recanti la scritta “Di cancro infantile si può guarire: non perdiamo tempo”. L’evento si terrà contemporaneamente sull’intero territorio nazionale. In totale i palloncini bianchi lanciati saranno 15.000, offerti dall’azienda Stanhome che parteciperà all’iniziativa facendoli volare anche nelle sedi delle sue 159 Filiali distribuite in tutta Italia.

Sabato 16 febbraio, presso il Palacongressi Oltremare di Napoli, si terrà al mattino il convegno "Precocità della diagnosi in oncologia pediatrica", organizzato da Fiagop insieme ad Aieop, con la collaborazione delle Associazioni locali Carmine Gallo onlus che opera presso l’Ospedale Pausilipon, Aclti e Open.

Mentre alle ore 15, si terrà un “Incontro tra le associazioni federate” in cui si parlerà del sistema di videoconferenza: gemellaggio Pausilipon - Gaslini. Un innovativo progetto che Fiagop intende realizzare per la creazione di una rete nazionale per lo scambio di informazioni e immagini per le diagnosi a distanza tra i vari centri di oncoematologia pediatrica affiliati Aieop.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA