quotidianosanità.it

stampa | chiudi


Mercoledì 07 OTTOBRE 2015
Umanizzazione cure. Forum sociosanitario: “Piena condivione dell'operato dei medici cattolici”

A dirlo è Aldo Bova, presidente del Forum sociosanitario di ispirazione cristiana. "E’ indispensabile un grande sforzo culturale sul valore positivo dell’umanizzazione al fine di ottenere buoni risultati nella cura della salute. Su questo tema, il mondo dell'associazionismo cristiano deve essere unito e forte".

“Il Forum sociosanitario di ispirazione cristiana condivide in pieno l’operato dei medici cattolici, impegnati nel calare l’esigenza di un Nuovo Umanesimo nella realtà quotidiana, dove risulta particolarmente carente il rapporto umano tra le strutture, le equipes sanitarie e gli ammalati, specialmente quelli più fragili e più deboli”. Ad affermarlo, in una nota, è Aldo Bova, presidente del Forum sociosanitario di ispirazione cristiana.

“E’ indispensabile un grande sforzo culturale sul valore positivo dell’umanizzazione al fine di ottenere buoni risultati nella cura della salute. Su questo tema, sulla difesa della vita e del valore della famiglia - ha aggiunto - il mondo dell'associazionismo cristiano deve essere unito e forte sia per far attecchire nella società i valori del Nuovo Umanesimo, con tutto ciò che significa nella vita concreta, sia per far sentire il fiato sul collo alle istituzioni sulla difesa delle politiche della famiglia, dei servizi sanitari validi, specialmente per i più deboli”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA