quotidianosanità.it

stampa | chiudi


Giovedì 11 FEBBRAIO 2016
Riparto Fsn. Coletto: “Al Veneto 96 mln in più rispetto al 2015. Conquistati con la virtuosità”

La cifra include 3 milioni 661 mila 642 euro di premialità legata alla buona gestione dei conti e ai servizi sanitari resi ai cittadini. “Mi auguro che la ratifica da parte della Conferenza Stato-Regioni arrivi al più presto, per permetterci di fare il riparto regionale tra le Ullss e le Aziende Ospedaliere”. 

“Premesso che la cifra totale a disposizione era notevolmente inferiore a quella prevista dal Patto Nazionale per la Salute a causa dei tagli intervenuti successivamente, e che non sarà comunque facile far quadrare i conti, portiamo a casa un aumento significativo, conquistato grazie alla nostra virtuosità, con una per certi storica inversione di tendenza verso i costi standard e la virtuosità per i quali ci siamo a lungo battuti”.

Con queste parole, l’Assessore alla Sanità della Regione Luca Coletto, commenta il via libera definitivo al Riparto del Fondo Sanitario Nazionale 2016 dato oggi dalla Conferenza dei Presidenti delle Regioni, che assegna al Veneto un budget di 8 miliardi 772 milioni 746 mila 159 euro, con un aumento di circa 96 milioni rispetto al 2015, compresi 3 milioni 661 mila 642 euro di premialità legata alla buona gestione dei conti e ai servizi sanitari resi ai cittadini.

“Mi auguro che la ratifica da parte della Conferenza Stato-Regioni arrivi al più presto – aggiunge – per permetterci di fare il riparto regionale tra le Ullss e le Aziende Ospedaliere. Le Regioni hanno fatto al meglio la loro parte varando l’accordo sul riparto a inizio anno – conclude - come sarebbe giusto, ma come non era stato negli anni scorsi. Un segnale forte di concretezza che ci consentirà di pianificare al meglio possibile e nei giusti tempi la spesa di ognuno degli euro da dedicare alla salute dei Veneti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA