quotidianosanità.it

stampa | chiudi


Giovedì 17 NOVEMBRE 2016
Aifa. M5s resta contrario a nomina Melazzini a direttore generale: “È a rischio di conflitto di interessi”

La nomina è attesa oggi pomeriggio in Stato Regioni. Il Movimento ha presentato un’interrogazione al presidente del Consiglio. “Il 17 marzo scorso il Comitato per la valutazione dei conflitti di interesse (Coi) lo ha dichiarato  portatore di un potenziale conflitto d’interessi. All’Agenzia italiana del farmaco va garantita indipendenza di giudizio e d’azione”.

“Ci sembra alquanto inquietante che il candidato designato dal ministro Lorenzin alla carica di direttore generale dell’Aifa sia Mario Melazzini”. Lo dichiarano i deputati M5S della Commissione Affari Sociali, firmatari di un’interrogazione parlamentare in merito, rivolta al premier Matteo Renzi, a prima firma della capogruppo alla Camera Giulia Grillo.

 
“Il 17 marzo scorso, infatti, il Comitato per la valutazione dei conflitti di interesse (Coi) lo ha dichiarato  portatore, appunto, di un potenziale conflitto d’interessi - aggiungono - Melazzini è presidente dello stesso Coi e questa è già di per sé un’anomalia. Chiediamo a questo punto al presidente del Consiglio se non intenda attivare presso Anac una richiesta di verifica in materia d’inconferibilità e incompatibilità nel caso della nomina a direttore generale del professor Melazzini”.

 
“All’Agenzia italiana del farmaco va garantita indipendenza di giudizio e d’azione, vista la fondamentale importanza dell’ente nei processi di regolazione del mercato farmaceutico. Principi che potrebbero essere messi a repentaglio dalla scelta di Melazzini”, chiudono gli eletti Cinquestelle.

© RIPRODUZIONE RISERVATA