quotidianosanità.it

stampa | chiudi


Venerdì 12 GENNNAIO 2018
Nasce l’Albo nazionale dei consulenti tecnici clinici di parte



Gentile Direttore,
l'art. 15 della Legge Gelli-Bianco prevede al primo comma che, in tutti i provvedimenti giudiziari, sia di natura penale che civilistica, laddove si controverta su ipotesi di responsabilità sanitaria, i Magistrati affidino “l'espletamento della consulenza tecnica e della perizia ad un medico specializzato in medicina legale ed ad uno o più specialisti nella disciplina che abbiano specifica e pratica conoscenza di quanto oggetto nel procedimento”.
 
Pertanto la MeLCo, Società Italiana di Medicina Legale Contemporanea, ha deciso di provvedere alla redazione dell'albo nazionale dei Consulenti Tecnici Clinici di Parte. Si tratta di approntare e rendere disponibili alla consultazione degli avvocati interessati, un elenco di professionisti aventi i requisiti per assumere il ruolo di Consulente Tecnico di Parte congiuntamente allo specialista in Medicina Legale, in osservanza tra l’altro dell'articolo 62 previsto dal vigente Codice di Deontologia Medica.
 
Ritenendo che in ragione delle norme richiamate, sia oltremodo opportuno che anche per la redazione tecnica di parte, gli esperti si orientino conformemente alle norme sopra richiamate - associando al Medico Legale uno o più specialisti, effettivamente esperti nell'oggetto dell'indagine -la MeLCo intende dare il proprio contribuito rendendo disponibile sul proprio sito l'elenco dei Consulenti Tecnici Clinici di Parte con indicazione della specializzazione e delle branche di specifica e pratica conoscenza nonché della disponibilità ad intervenire nell'interesse dei pazienti o dei professionisti e delle strutture sanitarie ovvero indifferentemente in entrambi i casi.
 
Pasquale Giuseppe Macrì
Segretario MeLCo

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA