quotidianosanità.it

stampa | chiudi


Giovedì 24 GENNNAIO 2019
Sunshine Act. Stanziati 300 mila euro per il 2019 e 50 mila euro a decorrere dal 2020 per l’istituzione del registro telematico

È quanto previsto da uno dei due emendamenti del relatore, Nicola Provenza (M5S), approvati ieri pomeriggio in Commissione Affari Sociali. L'altro emendamento del relatore mira invece a sintetizzare le sollecitazioni pervenute rispetto all'esigenza di assicurare la tutela della privacy, richiamando anche la normativa europea in materia. L'obiettivo è inoltre quello di evitare un eccessivo onere burocratico a carico del Ministero della salute. GLI EMENDAMENTI APPROVATI

Proseguono i lavori in Commissione Affari Sociali sul Sunchine Act, la proposta di legge 'Sanità Trasparente' che punta a portare alla luce del sole i vantaggi e le erogazioni economiche delle aziende farmaceutiche verso organizzazioni sanitarie o operatori della salute. I deputati della XII Commissione gli emendamenti agli articoli 4 e 5.
 
In particolare, nel corso della seduta di ieri pomeriggio, sono stati approvati due emendamenti del relatore, Nicola Provenza (M5S), entrambi afferenti all'articolo 5. In particolare, il 5.15, da un lato mira a sintetizzare le sollecitazioni pervenute rispetto all'esigenza di assicurare la tutela della privacy, richiamando anche la normativa europea in materia; e dall'altro punta a superare l'attuale contenuto dei commi 5 e 6, anche al fine di evitare un eccessivo onere burocratico a carico del Ministero della salute.
 
Mentre con il 5.16 si introduce uno stanziamento specifico pari a 300.000 euro per l'anno 2019 e a 50.00 euro annui a decorrere dall'anno 2020, per l'istituzione del registro telematico.
 
Dalla prossima seduta si procederà all'esame degli emendamenti degli ultimi due articoli, il 5 ed il 6, rispettivamente in tema di "vigilanza e sanzioni" e "disposizioni finali".
 
Giovanni Rodriquez 

© RIPRODUZIONE RISERVATA