quotidianosanità.it

stampa | chiudi


Venerdì 09 AGOSTO 2019
Si sta facendo campagna elettorale sulla pelle dei medici



Gentile Direttore,
la riforma sulle specializzazioni mediche non vedrà la luce, sarebbe stata approvata a settembre, risolvendo in un paio di anni l’enorme imbuto formativo di tutti i camici grigi. Il prossimo anno ci saranno 25.000 medici a tentare il concorso di specializzazione.
 
Una riforma che avrebbe cambiato radicalmente il sistema, più qualità, maggiore formazione, più contratti di specializzazione, più sessioni d’esame.
 
Avrebbe liberato gli specializzandi attuali dallo sfruttamento dei professori, un nuovo contratto di formazione/lavoro con maggiori possibilità di entrare nel mondo del lavoro, minori incompatibilità e con l’aumento del valore economico della borsa di studio. Questa è’ la riforma a cui avevamo lavorato.
 
In parlamento in questi mesi abbiamo bloccato di tutto, tra le peggiori riforme del sistema, la chiamata dei medici in pensione, quella dei medici stranieri come futuri lavoratori a basso costo. Sulla formazione abbiamo impedito la regionalizzazione dei percorsi e della qualità, concorsi regionali in cui entrano gli amici degli amici.
 
Prepariamoci a vedere abbattuto una volta per tutte il concorso nazionale e la graduatoria nazionale, un pezzo alla volta.
 
Come Movimento 5 Stelle l’abbiamo sempre sostenuta e difesa perché reputata una delle migliori conquiste in questo settore, che deve essere difesa in tutti i modi possibili.
 
Prepariamoci all’eliminazione del numero chiuso a medicina voluto da Salvini.
La Lega ha anteposto gli interessi privati a quelli degli italiani.
 
Salvini dovrà spiegare come intende evitare la chiusura nei prossimi mesi dei pronto soccorso e di alcuni ospedali italiani mentre lui sarà in campagna elettorale.
 
Le riforme c’erano, le soluzioni anche.
 
Si sta facendo campagna elettorale sulla pelle dei medici.
 
Ora spieghi come intende dare risposte ai problemi.. stavolta senza slogan elettorali!
 
Manuel Tuzi
Deputato M5S

© RIPRODUZIONE RISERVATA