quotidianosanità.it

stampa | chiudi


Sabato 18 GENNNAIO 2020
“Il Fibroma uterino”: evidenze e opportunità per una nuova governance. Il nuovo Quaderno di Quotidiano Sanità

La disamina delle riflessioni offerte in questa pubblicazione non tralascia la puntuale analisi delle realtà organizzative che contraddistinguono la governance di questa patologia nell’ambito del Ssn e, anzi, indica alcune strade possibili da percorrere affinché le donne affette da Fibroma uterino possano veder salvaguardata il più possibile la propria integrità fisica e psicologica. LEGGI IL QUADERNO

Le prospettive e le potenzialità della terapia medica del Fibroma uterino sono al centro dell’approfondimento di questo nuovo Quaderno di Quotidiano Sanità da oggi disponibile e scaricabile gratuitamente on line.
 
Esse traggono consistenti elementi di positività non soltanto alla luce della letteratura scientifica ormai condivisa, ma anche e soprattutto, se traguardate attraverso un approccio realmente olistico e umanizzante ad una patologia dal fortissimo impatto sociale ed economico oltre che personale.
 
Non si tratta di confrontare in chiave antagonista una terapia farmacologica e una terapia chirurgica, bensì di introdurre e valorizzare elementi decisionali per i clinici che rispettino criteri anche molto rigidi di appropriatezza.
 
Il tutto, in un quadro di approfondimento che tiene conto dell’epidemiologia di questa importante patologia ma anche dai vantaggi che approcci connotati da maggiore appropriatezza, appunto, offrono alle donne nei diversi stadi della malattia con una particolare attenzione alla qualità di vita e alle sue aspettative.
 
La disamina delle riflessioni offerte in questa pubblicazione, inoltre, non tralascia la puntuale analisi delle realtà organizzative che contraddistinguono la governance di questa patologia nell’ambito del Servizio sanitario nazionale italiano e, anzi, indica alcune strade possibili da percorrere affinché le donne affette da Fibroma uterino possano veder salvaguardata il più possibile la propria integrità fisica e psicologica.
 
La terapia farmacologica del Fibroma uterino ne risulta, in buona sostanza, non già come una automatica alternativa “tout court” al trattamento chirurgico bensì come un’opportunità che, in termini di appropriatezza terapeutica, sostenibilità del sistema e qualità di vita per le pazienti, dovrebbe essere colta con maggiore impegno e attenzione, soprattutto a livello istituzionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA