quotidianosanità.it

stampa | chiudi


Martedì 21 GENNNAIO 2020
Tumore al polmone. Toscana capofila progetto screening 4 Regioni

Il progetto coinvolgerà sei unità operative in Toscana, Emilia Romagna, Piemonte e Lombardia, durerà due anni e arruolerà a Firenze e Pisa, Torino, Milano, fumatori con il supporto di medici di medicina generale o con strumenti informatici, mediante uno specifico sito web. L’Ispro a coordinarlo. Nel 2019 diagnosticati in Italia 42.500 nuovi cancri al polmone

L’Istituto per lo Studio, la Prevenzione e la Rete Oncologica (Ispro) coordinerà il progetto pilota di un programma di screening per il tumore al polmone, associato alla cessazione del fumo, finanziato dal Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie del Ministero della Salute. Coinvolgerà quattro Regioni: oltre alla Toscana ci saranno Emilia Romagna, Piemonte e Lombardia.

Il cancro del polmone, spiega un comunicato, rappresenta oggi il 'big killer', essendo responsabile del maggior numero di morti per tumore in Italia e nel mondo. Nel 2019 sono stati diagnosticati in Italia 42.500 nuovi casi e la sopravvivenza a cinque anni rimane da tempo a valori massimi del 17% (dati Airtum, Associazione Italiana Registri Tumori).

Il fattore di rischio di gran lunga prevalente per il tumore polmonare è il fumo di sigaretta. È dimostrato che la cessazione del fumo riduce il rischio di questa grave malattia e pertanto qualsiasi misura di prevenzione non può prescindere da un collegamento ad un tentativo di cessazione dell’abitudine al tabacco.  Il progetto coordinato da Ispro coinvolgerà sei unità operative in Toscana, Emilia Romagna, Piemonte e Lombardia, durerà due anni e arruolerò in Toscana (Firenze e Pisa), Piemonte (Torino) e Lombardia (Milano) fumatori con il supporto di medici di medicina generale o con strumenti informatici, mediante uno specifico sito web. Il primo incontro, informa la Regione Toscana, si è tenuto oggi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA