quotidianosanità.it

stampa | chiudi


Martedì 28 GENNNAIO 2020
Coronavirus. Casi confermati al 27 gennaio sono 2.798, i morti salgono a 80. Gli ultimi dati OMS

Il DG  Tedros Adhanom Ghebreyesus è stato in visita a Pechino con l’obiettivo di rafforzare ulteriormente la collaborazione con la Cina. Vicina una nuova convocazione del Comitato di emergenza. Fuori dalla Cina i casi confermati salgono a 37 in 11 Paesi (fino al giorno prima ne venivano segnalati 29). Il livello di rischio resta molto alto per la Cina e alto per il resto del Mondo.

Sale inesorabilmente il numero dei casi confermati del nuovo Coronavirus: secondo il bollettino quotidiano dell’Oms alla data del 27 gennaio si segnalavano 2.798 casi accertati in Cina (ma i casi sospetti segnalati dalle autorità cinesi sono 5.794), di cui 461 con pazienti in situazione grave e con 80 decessi.
 
Fuori dalla Cina i casi confermati salgono a 37 in 11 Paesi (fino al giorno prima ne venivano segnalati 29). Il livello di rischio resta molto alto per la Cina e alto per il resto del Mondo.
 
Ieri il Dg dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus era in Cina dove ha incontrato esperti governativi e sanitari impegnati nel fronteggiare l’epidemia.
 
L'obiettivo della missione Oms è comprendere gli ultimi sviluppi e rafforzare la collaborazione con la Cina. Le stime attuali del periodo di incubazione del virus vanno da 2 a 10 giorni ma si attendono più informazioni per affinare la stima.
 
L'Oms ha poi annunciato che sta monitorando continuamente gli sviluppi in attesa di riconvocare il Comitato di emergenza anche con un preavviso molto breve.

© RIPRODUZIONE RISERVATA