QS EDIZIONI
Venerdì 23 AGOSTO 2019
<strong>Cancro e malattie del sistema circolatorio si confermano i big killer in Europa</strong>
Pubblicato dall’Istituto di statistica europeo un vero e proprio atlante dei decessi in Europa per tassi e genere (2017) e le cause (2016). Italia in media Ue per numero di decessi ogni 100.000 abitati, ma anche se non con grandi cifre detiene il record delle morti per epatite, neoplasie del fegato e malattie del sangue. Agli ultimi posti in Europa invece tra le “cause esterne” per aggressioni, avvelenamenti, suicidi e cadute. TUTTI I DATI PER SINGOLA CAUSA DI MORTETUTTI I DATI PER SINGOLA CAUSA DI MORTE “ESTERNA” Leggi...

Pfas
Lo studio evidenzia che l’acqua ad uso idropotabile è il principale veicolo dell’esposizione; gli alimenti prodotti localmente (soprattutto latte, uova e prodotti a base di uova, pesce) contribuiscono in maniera inferiore. Il sottogruppo di popolazione con esposizione più elevata è rappresentato dai soggetti che consumano alimenti locali/autoprodotti, soprattutto alimenti di origine animale (uova, carne bovina) e contemporaneamente consumano a scopo potabile acqua di pozzo autonomo: in tal caso si possono raggiungere livelli espositivi elevati, soprattutto di PFOA, nella zona rossa A. di Dipartimento Sicurezza Alimentare dell'Iss Leggi...

Le CAR-T, prospettive e problemi di una nuova e promettente strategia terapeutica 
Uno dei principali problemi clinici da risolvere è quello degli effetti collaterali, che possono apparire in circa il 25% dei pazienti. La ragione di questo risiede nella modifica delle cellule T che, essendo attive, possono dare luogo ad una sindrome da rilascio di citochine. Fortunatamente i ricercatori hanno già fatto dei passi avanti in questo campo. Dal lato economico c'è poi un problema di copertura dei costi ($475.000 il trattamento della Novartis, $373.000 quello della Gilead). di Grazia Labate Leggi...

Cellulari e cancro, nessun aumento di rischio associato
I ricercatori italiani hanno passato al setaccio gli studi pubblicati tra il 1999 e il 2017 confermando la mancanza di associazione tra l’uso del cellulare per le chiamate vocali e l’incidenza di neoplasie. Anche l’andamento dei tumori cerebrali negli ultimi 30 anni non risulta coerente con l’impressionante diffusione dell'uso dei telefonini nello stesso periodo. Restano però da verificare gli effetti delle radiofrequenze quando l’uso del cellulare inizia durante l’infanzia e sullo sviluppo dei tumori a più lenta crescita. IL RAPPORTO Leggi...

spacer Radiazioni a radiofrequenze e tumori: la sintesi delle evidenze scientifiche  
Uk/2
Così il segretario alla Salute anticipando il piano di spesa deciso con il premier Boris Johnson. Downing Street ha pubblicato un elenco di 20 progetti ospedalieri che beneficeranno di un programma di potenziamento di £ 850 milioni, onorando una promessa fatta da Johnson nel suo primo discorso come primo ministro meno di due settimane fa. Il resto di £ 1,8 mld sarà speso per altri progetti del NHS in Inghilterra, mentre la Scozia riceverà £ 180 mln, Galles £ 110 mln e l’Irlanda del Nord £ 60 mln. di Grazia Labate Leggi...

Sicurezza alimentare
Il report contiene le elaborazioni relative ai risultati dei controlli dei residui di pesticidi in alimenti per l’anno 2017 sull’ortofrutta, sui cereali, su alcuni prodotti trasformati, quali olio e vino, costituenti importanti della dieta italiana e mediterranea, le elaborazioni riguardanti i baby food, quelle relative ad altri prodotti (trasformati di frutta, ortaggi, cereali, le spezie, i semi , etc). IL REPORT Leggi...

Uk/1
Se il Governo vuol durare e mantenere i consensi non se la può cavare con 1,8 miliardi di sterline che risultano per l’entità dei problemi del NHS una specie di specchietto per le allodole. Staremo a vedere oggi quali saranno le coperture e se in autunno nel budget per il prossimo anno ci saranno gli investimenti necessari e se a coprirli Boris Johnson tirerà fuori la sua vecchia idea di una tassa di scopo per mantenere il NHS. di Grazia Labate Leggi...

<strong>&ldquo
L’Associazione per lo sviluppo dell'industria nel Mezzogiorno lancia l’allarme nelle sue anticipazioni del Rapporto 2019. “Il divario nei servizi è dovuto soprattutto ad una minore quantità e qualità delle infrastrutture sociali e riguarda diritti fondamentali di cittadinanza: in termini di sicurezza, di adeguati standard di istruzione, di idoneità di servizi sanitari e di cura”. LE SLIDE Leggi...

Eurostat
In ambedue i Paesi si registrano le percentuali più elevate di primi nati da madri in età pari o superiore ai 40 anni. L’età media delle mamme europee è comunque nel 92% dei casi tra i 20 e i 39 anni. Prima dei 20 anni si diventa mamma in percentuali significative (sopra il 10%) solo in Bulgaria e Romania. In Italia solo l’1,1% delle neo mamme ha meno di 20 anni. Leggi...

Studi e Analisi
Calabria terra di nessuno
Calabria terra di nessuno
Questa regione è divenuta una zona franca al rovescio ove anziché godere dei privilegi ovvero dei benefici utili all'incremento della sua ricchezza sociale ad usufruirne sono soltanto i disonesti, gli incapaci e chi attraverso loro si arricchisce più o meno indebitamente di Ettore Jorio Leggi...

Piano nazionale liste d&rsquo
È il tema sul quale si gioca il rapporto di fiducia tra cittadini, professionisti, Istituzioni e Ssn. Per questo va affrontato mettendo al centro veramente la garanzia del diritto all’accesso alle prestazioni sanitarie e non altri interessi che nulla hanno a che vedere con i diritti dei pazienti. E il Ministero non dovrà solo registrare gli adempimenti formali delle Regioni (ad oggi quattro non l'hanno ancora adottato), altrimenti si corre il serio rischio che i diritti rimangono solo belle parole e che le disuguaglianze continueranno ad aumentare di Tonino Aceti Leggi...

Mobilità
Report della Fondazione che analizza crediti, debiti e saldi delle regioni sulla mobilità sanitaria 2017 documentando un fenomeno dalle enormi implicazioni sanitarie, sociali, etiche ed economiche che coinvolge ogni anno quasi un milione di pazienti, oltre ai familiari. “Il fiume di denaro scorre prevalentemente da sud a nord: infatti l’88% del saldo in attivo alimenta le casse di Lombardia, Emilia Romagna e Veneto e il 77% di quello passivo grava su puglia, Sicilia, Lazio, Calabria e Campania”. IL REPORT Leggi...

Epatite
A fornire il dato è Eurostat, in occasione della giornata mondiale dell’epatite (28 luglio). In tutta la Ue i morti sono stati 6.610 con un tasso di 12,6 casi per milione di abitanti. In Italia il tasso balza invece a ben 37,7 casi per milione, anche se in diminuzione di 2,5 casi per milione rispetto al 2014. Più elevata la mortalità tra i maschi con 42,5 decessi per milione a fronte dei 32,9 decessi registrati nella popolazione femminile. Leggi...

spacer Oms: "La priorità è interventire nei Paesi a basso e medio reddito"  
<strong>L&rsquo
Questi prodotti "non sono privi di rischi e l'impatto a lungo termine sulla salute e sulla mortalità è ancora sconosciuto. Esistono prove indipendenti insufficienti per sostenere che l'uso di questi prodotti possa aiutare le persone a smettere di usare il tabacco convenzionale". Viene inoltre lanciato un allarme riguardo al "rischio che rappresentano per i non fumatori che iniziano a usarle, in particolare i giovani". L'Oms ha inoltre sollecitato un aumento dei servizi per chi intende smettere di fumare, osservando che ha la possibilità di accedervi "solo il 30% della popolazione mondiali". IL RAPPORTO Leggi...

Lettera aperta al futuro Generale dell&rsquo
Con questa Lettera aperta voglio lanciare al futuro Generale dell’Ordine Camilliano l’appello per la riapertura del Camillianum di Roma, e invitare tutti i Camilliani coinvolti nell’elezione di controllare che il punto sia nel programma del candidato alla posizione e abbia priorità massima di Maurizio Mori Leggi...

Regionalismo e commissariamenti
Decenni di commissariamento inutili in tutti sensi rivendicano una disciplina nuova ed efficiente che, allorquando provveda alla sostituzione degli organi di governo regionale e locale, garantisca il risultato, sino ad oggi - in alcuni casi - è sensibilmente peggiorativo di quello iniziale di Ettore Jorio Leggi...

Come intervenire per non 
Occorre investire di più sui servizi di assistenza territoriale ed integrare quel formidabile sistema informale che è rappresentato dalle libere associazioni, dal mondo del volontariato e dagli enti con finalità religiosa all’interno di un sistema a rete sperimentando formule spendibili di long term care ad elevata integrazione socio-sanitaria senza bisogno di medicalizzarle. Ed occorre individuare un'unica regìa istituzionale dedicata a questo settore della cura di Fabio Cembrani Leggi...

Ticket: in tutto quasi 3 miliardi nel 2018 ed è
L'Osservatorio Gimbe ha analizzato i dati sul ticket della Corte dei conti e dell'ultimo rapporto Osmed di Aifa. In tutto quasi 50 euro pro-capite l'ammontare della compartecipazione alla spesa per farmaci, visite, analisi e pronto soccorso. In progressiva riduzione i ticket per prestazioni specialistiche e quota fissa ricetta farmaci, in aumento quelli  per l’acquisto di farmaci di marca che da solo rappresenta il 38% di tutti i ticket. IL RAPPORTO. Leggi...

Spesa farmaceutica
Leggendo gli ultimi dati Ocse sembrerebbe la spesa in farmaci italiana sia superiore alla media. Da una analisi più approfondita, però, emerge che il dato è raccolto in maniera difforme: basti dire che solo in alcuni Paesi (come nel caso italiano) è inclusa la spesa ospedaliera e l’IVA (in alcuni Paesi i farmaci ne sono esenti). E i conti vanno quindi rivisti di Barbara Polistena e Daniela d'Angela Leggi...

Istat: Cresce numero &lsquo
Nell’84% dei casi sono donne. In dieci anni (2009-2019) i centenari sono passati da 11 mila a oltre 14 mila, quelli di 105 anni e oltre sono più che raddoppiati, da 472 a 1.112, con un incremento del 136%. LO STUDIO Leggi...

Autonomia differenziata: schema Ponzi o convergenze parallele
Il nodo gordiano dell’Autonomia Differenziata è storico per il federalismo, quello fiscale, “le nostre tasse a casa nostra”. Nel caso andasse in porto, che raccontare al Sud, serbatoio elettorale di una parte ma in crescita e necessario per l’altra, baciamani inclusi? Comunque vada, sarà il festival degli arzigogoli comunicativi rassicuranti, del “ma anche”, Nord con più risorse e Sud che non ci perde, supercazzole trionfalistiche di risultati storici e vantaggi per tutti di Fabrizio Gianfrate Leggi...

A chi dà
Nei giorni scorsi il dottor Nejrotti è intervenuto sulla questione medica.  Il tratto che più mi colpisce dell’articolo è il suo spiccato negazionismo. Quindi la crisi del medico viene declassata a un problemino facilmente risolvibile con poche misure, la crisi della medicina non esiste, il paradigma positivista diventa un tabù. Gli stati generali una esagerazione della Fnomceo di Ivan Cavicchi Leggi...

Privacy e dati sensibili
I dati personali particolari (ex sensibili) possono essere trattati solo con il consenso esplicito della persona assistita. Quanto accaduto ad Alessandria, con l'inserimento dell'orientamento sessuale di un paziente nella lettera di dimissioni, sembra manifestare una plateale ignoranza della normativa sulla privacy (la prima legge sulla privacy è del 1996) da parte del personale sanitario che dovrebbe, anche per disposto deontologico, proteggere la riservatezza dei propri assistiti di Luca Benci Leggi...

La sanità
Dopo l'approvazione della legge Calabria, quattro dei sette commissari straordinari nominati dai commissari ad acta per il tramite della ministra, hanno gettato la spugna sul ring prima di indossare i guantoni. Per i tre che rimangono, sono in tanti (troppi) a vederla dura, certi come sono che hanno fatto le loro scelte al buio pesto. Il risultato è quello di avere aziende acefale, prive di governance e con tanta paura addosso per i preposti precari, che non possono fare granché se non vegetare.  di Ettore Jorio Leggi...

Rapporto UNAIDS: &ldquo
L'Africa orientale e meridionale, continua a essere la regione più colpita dall'HIV, e ci sono stati aumenti preoccupanti delle nuove infezioni da HIV nell'Europa orientale e nell'Asia centrale (29%), nel Medio Oriente e nel Nord Africa (10%) e in America Latina (7%). Ad oggi sono quasi 38 milioni le persone che convivono con Hiv e oltre 23 mln che hanno avuto accesso alle terapie antiretrovirali. "Abbiamo urgentemente bisogno di una maggiore leadership politica per porre fine all'AIDS" ha dichiarato Gunilla Carlsson, Direttore esecutivo di UNAIDS. IL RAPPORTO Leggi...

Cibo
Il numero di persone affamate nel mondo nel 2018 è di 821,6 milioni (1 persona su 9); gli adulti obesi sono 672 milioni (13% o 1 su 8 adulti). L'alert: "Il ritmo dei progressi nel dimezzare il numero di bambini che sono rachitici e nel ridurre il numero di bambini nati con basso peso alla nascita è troppo lento: l'SDG2 è fuori portata". LO STATO DELLE NUTRIZIONE NEL MONDO - IL QUADRO DI SINTESI - LA DICHIARAZIONE CONGIUNTA ONU. Leggi...

Dove funziona meglio la sanità
Dopo le prime tre classificate, performance "eccellenti" anche in altre 6 realtà: Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Umbria, Veneto e Piemonte. In posizione "intermedia" Liguria, Valle d’Aosta, Marche, Lazio, Abruzzo e Molise. Mentre in fondo alla classifica in area "critica" troviamo Puglia, Sicilia, Basilicata, Calabria, Campania e Sardegna. Il ranking media le indicazioni provenineti da cittadini, istituzioni, professionisti della sanità, management aziendale e industria medicale. LO STUDIO Leggi...

Quota 100
Secondo i calcoli della Federazione delle aziende sanitarie a maggio hanno aderito a Quota 100 oltre 5.300 operatori sanitari cui si aggiungono altri 600 che hanno utilizzato l’opzione donna. ”Si rischia di accentuare le criticità già esistenti e di mettere in discussione l’offerta assistenziale, al punto da porre le aziende sanitarie nella condizione di dover individuare soluzioni per scongiurare l’interruzione di pubblico servizio” Leggi...

<strong>Dati Ocse 2019/4
Gli Italiani mantengono sempre l’alta classifica per l’aspettativa di vita rispetto ai 36 paesi Ocse, ma se fino al 2008-2009 erano terzi  dopo Giappone e Svizzera, negli ultimi anni sono stabili al quarto posto, con una leggera diminuzione del risultato che passa, mediamente, dagli 83,3 anni alla nascita del 2016 agli 83 negli anni successivi. Migliorabile ancora il tasso di mortalità infantile che ci vede in settima posizione. Sopra la media la quota di fumatori mentre siamo sotto media per alcol e obesità. Leggi...

 
 
 
 
segui quotidianosanita.it
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy