QS EDIZIONI
Giovedì 25 AGOSTO 2016
Tatuaggi
Bruxelles predispone un rapporto che fotografa la situazione di un fenomeno in crescita e che coinvolge 60 milioni di cittadini dell’Unione. Sotto la lente le sostanze (coloranti e additivi)  contenute nei pigmenti. Proposta una stretta ai controlli e regoli più uniformi a livello europeo che potenzi la Risoluzione del 2008. In Italia la pratica è normata ma non c’è una vera e propria legge ad hoc. E in Senato giace una proposta di legge dal 2013. IL RAPPORTO UE di L.F. Leggi...

Bambino Gesù
Lo studio, condotto insieme all'Università degli studi di Genova, e pubblicato sulla rivista scientifica Journal of Allergy and Clinical Immunology, apre le porte a nuove possibilità di cura. Si tratta di una reazione che si scatena quando le cellule natural killer entrano in contatto con quelle tumorali provocando la disattivazione di questo importante meccanismo di difesa Leggi...

Farmaci online
A seguito dell'entrata in vigore del Dlgs 219/2006, farmacie e parafarmacie soono state autorizzate a vendere farmaci anche online. Altroconsumo ha provato a verificare i pro e i contro dell’accesso all’acquisto online, con l’analisi di prezzi di 21 farmaci senza ricetta venduti via web da 84 farmacie e 16 parafarmacie; escludendo le spese di spedizione la variabilità di prezzo supera il 100%. Leggi...

I medici in Europa
Analizzati formazione, organizzazione del lavoro, orario, responsabilità professionale, carriera, retribuzioni e altri aspetti del lavoro medico in Germania, Inghilterra, Olanda, Francia, Slovenia e Spagna. Un confronto che vede i medici italiani  fortemente svantaggiati per molti aspetti. Un esempio? Lo sviluppo di carriera avviene in maniera trasparente e meritocratico attraverso la valutazione del curriculum professionale e si verifica indipendentemente dall’ottenimento di una carica apicale di Paola Gnerre e Alessandra Spedicato Leggi...

Cittadini consapevoli e coinvolti nella Sanità
Il nuovo approfondimento del progetto Forward del Dipartimento di Epidemiologia della Regione Lazio mette a fuoco il coinvolgimento del paziente nell’assistenza e nella ricerca. Secondo Walter Ricciardi il problema centrale è nella health literacy di Cristina Da Rold Leggi...

Malattie rare
Mancano ancora dati certi sul numero dei malati rari. Sulla ricerca il sistema continua a tenere il passo rispetto all’Europa. La copertura degli screening neonatali per ipotiroidismo congenito, fenilchetonuria e fibrosi cistica è totale in tutte le Regioni. Ma non è omogeneo quello esteso per tutte le  patologie metaboliche ereditarie. Presentato oggi alla Camera il secondo Rapporto MonitoRare. Durante l'incontro illustrata anche la proposta di legge Binetti per promuovere l'inserimento lavorativo delle persone affette da malattie rare. IL RAPPORTO UNIAMO Leggi...

spacer Le proposte del Ddl Binetti: come promuovere l’inserimento lavorativo delle persone affette da malattie rare  
Fattori di rischio per la salute
Fotografia dell’Istituto di Statistica su abitudine al fumo, eccesso di peso, sedentarietà e consumo di alcol. Fumo (riguarda 10 mln di italiani) più diffuso tra i giovani, problemi di sovrappeso per il 54% degli uomini. Più sedentarie (in totale 23 mln di italiani che non fanno sport) le donne mentre i comportamenti a rischio per la salute spesso si trasmettono dai genitori ai figli. IL RAPPORTO Leggi...

Aids
Il documento presentato  oggi alla Conferenza Internazionale in corso  a Durban. “Accordi commerciali e pressioni delle farmaceutiche sull’India minacciano l’accesso alle cure. "Dal 2000 a oggi, grazie ai farmaci generici, prezzi ridotti da 10.000 a 100 dollari all’anno. Ma i prezzi dei farmaci più recenti restano alti (18 volte il prezzo della terapia di primo livello), soprattutto a causa dei monopoli dei brevetti da parte delle corporazioni farmaceutiche”. Leggi...

Don Gnocchi, presentato il report 2015
28 Centri residenziali (con 3713 posti letto) e 30 strutture ambulatoriali in 9 regioni. Più di 5.600 operatori tra personale dipendente e collaboratori professionali per accogliere, curare e assistere 3 milioni e 300 mila pazienti in un anno. Questi i principali numeri del Report. E il segretario particolare del ministro della Salute Beatrice Lorenzin ringrazia la Fondazione “per il lavoro straordinario che svolge ogni giorno”. Leggi...

Mercato farmaci
Nonostante il segno positivo registrato a maggio (+1%), il totale dei farmaci etici, di autocura e il segmento commerciale, risulta in decrescita. A influire sul trend particolarmente negativo dei farmaci di autocura (-4,1%) dei primi sei mesi dell'anno è stata la debole stagionalità. Cedono il passo nei consumi e su diverse classi importanti anche i prodotti parafarmaceutici. Positivi i dati degli integratori (+7,1%). I dati di Ims Italia. Leggi...

Sicurezza stradale
L’uso del casco è invece ovunque estremamente elevato (superiore al 90%). Il rapporto mostra che le aree di criticità riguardano anche l'uso delle cinture posteriori (le mette il 10%) e l'uso dei seggiolini per bambini (attorno al 40% medio di utilizzo). Uso del cellulare si attesta al 5%. Ma Iss precisa: "Dato appare sottostimato ma rilevazione Ulisse l’unica che tiene conto sia di quanti guidatori lo usano in maniera impropria, sia per quanto tempo lo usano”. REPORT ULISSE Leggi...

spacer E il numero delle vittime per incidente stradale torna crescere per la prima volta dal 2001. + 20% multe per chi usa cellulare alla guida. I dati 2015 provvisori dell’Istat  
Tumori, diabete, malattie cardiovascolari e polmonari
In un nuovo rapporto l’Organizzazione mondiale per la sanità evidenzia come i risultati nella lotta a queste malattie non trasmissibili vede ancora un progresso minimo. “Il progresso, in particolare nei paesi a basso e medio reddito, è insufficiente e irregolare”. Le tasse su tabacco e alcol sono gli strumenti fiscali più diffusi. Pochi i paesi che hanno messo imposte sui cibi ad alto contenuto di grassi, zuccheri o sale.  IL RAPPORTO Leggi...

Congressi ed Eventi
A fotografare il settore è l’Osservatorio Italiano dei Congressi e degli Eventi-OICE, il progetto di ricerca giunto alla seconda edizione promosso da Federcongressi&eventi e realizzato dall’Alta Scuola in Economia e Relazioni Internazionali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. Nel 2015 in Italia sono stati complessivamente realizzati 392.658 eventi con un minimo di 10 partecipanti ciascuno (+11,5% rispetto al 2014). Leggi...

Studi e Analisi
Si curi chi può
Si curi chi può
Le profonde diseguaglianze tra i cittadini italiani nella esigibilità del diritto alla salute garantito dalla Costituzione, effetto della crisi, ma anche di scelte politiche ed amministrative, sono in rapido incremento. Si intravedono nuove faglie di rottura non solo tra Nord e Sud del Paese, ma tra centro e periferia della stessa città metropolitana o dello stesso comprensorio regionale di Carlo Palermo (Anaao Assomed) Leggi...

Migranti
Tra i 199 pazienti direttamente presi in carico da MSF nei CAS di Ragusa, il 42% presentava disturbi compatibili con il disordine da stress post traumatico (PTSD) seguito dal 27% affetto da disturbi dovuti all’ansia. La probabilità di avere disagi psicopatologici è risultata di 3,7 volte superiore tra gli individui che avevano subito eventi traumatici. IL RAPPORTO Leggi...

Istat
In particolare peggiora la condizione dell famiglie più numerose. In aumento al Nord, in particolare per gli stranieri, la povertà colpisce chi vive in città e i bassi redditi. IL RAPPORTO Leggi...

La tassa sul fumo per i farmaci
Anziché tassare i vizi per scoraggiarli sarebbe meglio detassare le virtù incoraggiandole. Però non si farebbe cassa. E allora invece dei “vizi” bisognerebbe agire sui loro perché. Ovvero rimuovere le motivazioni per le quali quei personaggi di prima davanti a noi in lista d’attesa si avvitano nei loro insani “loop”, quasi sempre infelici. Questa, a ben vedere, la vera prevenzione-rivoluzione: spesso la virtù vince perché molti vizi sono persino più noiosi. di Fabrizio Gianfrate Leggi...

Assistenza a domicilio
Queste alcune delle soluzioni prospettate dal network scientifico del Ministero della Salute per l’invecchiamento e la longevità attiva, per rafforzare i percorsi socio-assistenziali alternativi al contesto ospedaliero, e così cooperare anche alla sostenibilità economica dell’assistenza a lungo termine in Italia. Spandonaro (Crea): “Per la tecnoassistenza una ‘quota capitaria’, come per il medico di famiglia”. Leggi...

<strong>Esami inutili
Presentata l’indagine in versione integrale (vedi anticipazione primi risultati su Qs) ieri all’Ordine dei medici su come reagisce il medico di fronte alla richiesta, da parte del paziente, di esami, trattamenti, procedure ritenuti non necessari o inappropriati. Il 44% dichiara di ricevere, più volte a settimana se non ogni giorno richieste di esami inutili. Ma se paziente insiste il 36% prescrive l’esame lo stesso. I medici di famiglia i più ‘bersagliati’. LA RICERCA Leggi...

spacer Piccinini (Ordine Psicologi Lazio): “Dati segnalano l’importanza dell’attività di ascolto”  
<strong>Eurostat
La popolazione europea cresce, grazie agli immigrati, nel 2016 fino ad arrivare a 510 mln ma per la prima volta i bambini nati sono stati, seppur di poco inferiori ai decessi. E l’Italia è tra i paesi con il tasso di natalità peggiore. IL FOCUS Leggi...

Annegamenti
Per i bambini il problema è legato alla mancata sorveglianza da parte degli adulti e di barriere fisiche, che non permettano l’ingresso non controllato in questi ambienti. Negli ultimi anni in media sono deceduti 315 maschi rispetto a 70 femmine. Comportamenti più inclini al rischio, tendenza alla sopravvalutazione delle proprie capacità e maggior propensione al consumo di alcol contribuiscono almeno in parte a spiegare l’esistenza di questo marcato dislivello. IL RAPPORTO Leggi...

Il 2,4% degli Europei senza cure per la crisi
La fotografia è stata scattata da Eurostat. L'analisi evidenzia le diverse motivazioni che rendono difficile l'accesso alle cure. Tra queste quella economica è indicata però solo dal 2,4% della popolazione su un totale del 6,7% che si dichiara insoddisfatto. In Italia è il 7,8% a lamentare un bisogno insoddisfatto di cure mediche e il 6,2% per motivi economici. Una percentuale che sale all'11% per le cure dentali. Molto ridimensionato invece l'ostacolo liste d'attesa. IL REPORT di L.F. Leggi...

La Assicurazioni propongono un patto sulla sanità
Così la presidente Maria Bianca Farina nella Relazione presentata all’Assemblea. Questa la proposta lanciata: "Siamo convinti della necessità di promuovere un framework analogo a quello della previdenza, con il ruolo centrale attribuito alle prestazioni pubbliche e un ruolo complementare affidato agli operatori privati". Sulla responsabilità professionale chiesti correttivi su azione diretta danneggiato e autoassicurazione strutture. IL RAPPORTO Leggi...

Sanità
Tutte le graduatorie europee ci vedono in fondo alla classifica sulla digitalizzazione sanitaria. Ultimi in Europa nella ricerca di informazioni sulla salute via internet, dodicesimi per la percentuale di chi prenota le visite via web. E in una ricerca il Censis ha elaborato tre scenari che indicano come l’accelerazione dell’impegno finanziario al 2020 richieda risorse aggiuntive per la Sanità Digitale comprese fino ad arrivare 15,2 miliardi. LA RICERCA Leggi...

Società
Presentata oggi la prima indagine italiana. Dai numeri è emerso che l 54,5% delle organizzazioni svolge già attività di tipo socio-sanitario attraverso convenzioni con strutture sanitarie, rimborsi per ricoveri ospedalieri, assistenza infermieristica domiciliare e ospedaliera, coperture per cure odontoiatriche e altro; della restante porzione, una su tre prevede di attivarsi in questa direzione nel prossimo futuro. LA RICERCA Leggi...

Brexit
Il farmaceutico EU è da sempre assai british. Molto domani dipenderà dagli accordi specifici bilaterali o multilaterali che verranno. L’onda lunga della Brexit sperabilmente potrebbe per reazione mitigare in EU l’austerity sul welfare, sanità e farmaceutico inclusi, temperando quella Germania sempre più “uber alles” e paternalistica. di Fabrizio Gianfrate Leggi...

Brexit e NHS
Il direttore del personale medico del NHS in Inghilterra, Sir Bruce Keogh, ha espresso la sua condanna totale per atteggiamenti razzisti che sono emersi dal voto della scorsa settimana sul Brexit. Ma i pericoli non finiscono qui. Si prevede un periodo di "distruzione creativa", mentre il paese e il NHS digeriscono l'impatto del referendum e si prospetta la discussione su come mantenere il NHS in tempi di maggiore austerità di Grazia Labate Leggi...

Droga
Presentata la settima edizione del volume promosso dalla Società della Ragione Onlus insieme a Forum Droghe, Antigone e Cnca. Nel 2015 ci sono stati solo 45.823 ingressi totali in carcere, di cui 12.284 ex art. 73, pari al 26,80%. Rispetto a 7 anni prima si sono più che dimezzati sia gli ingressi complessivi. E poi appello contro la chiusura del Dipartimento anti-droghe: “Sarebbe la peggiore delle scelte politiche possibile”. IL RAPPORTO Leggi...

Oncologia pediatrica
 La ricerca ha permesso di riflettere sulla possibilità di tratteggiare linee di indirizzo specifiche per la costituzione delle reti oncoematologiche pediatriche e trasferibili in tutto il territorio nazionale. Intervistati 50 pazienti e 50 genitori e 80 professionisti. Tutti i soggetti hanno un’opinione positiva in merito al modello di rete Leggi...

 
 
 
 
segui quotidianosanita.it
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

In redazione
Lucia Conti
Luciano Fassari
Ester Maragò
Giovanni Rodriquez

Collaboratori
Eva Antoniotti (Ordini e professioni)
Gennaro Barbieri (Regioni)
Ivan Cavicchi (Editorialista)
Fabrizio Gianfrate (Editorialista)
Ettore Mautone (Campania)
Maria Rita Montebelli (Scienza)
Claudio Risso (Piemonte)
Edoardo Stucchi (Lombardia)
Vincino (Vignette)

Contatti
info@qsedizioni.it


Pubblicità
Tel. (+39) 02.28.17.26.15
(numero unico nazionale)
commerciale@qsedizioni.it

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy