QS EDIZIONI
Mercoledì 16 GENNNAIO 2019
<strong>Sanità
In vista dell’avvio dell’indagine conoscitiva alla Camera, la Fondazione pubblica un report che sottolinea come “i fondi sanitari integrativi siano diventati prevalentemente sostitutivi aumentando le diseguaglianze e medicalizzano la società”. Ma vi sono anche arre di inappropriatezza come quella dei cosiddetti pacchetti preventivi che possono danneggiare la salute delle persone”. Per Gimbe siamo in “un’estrema deregulation” che ha permesso ai fondi integrativi di “diventare prevalentemente sostitutivi” mantenendo le agevolazioni fiscali.  IL REPORT Leggi...

Parte il nuovo Piano quinquennale dell&rsquo
Dai vaccini al potenziamento dell'assistenza sanitaria primaria. Ma anche lotta all'inquinamento e alle terribili malattie ancora pericolosissime in molti Paesi come Ebola, Mers e Sars. E poi continuare gli sforzi contro l'antibiotico resistenza e i programmi di monitoraggio e contrasto alla minaccia che Oms giudica sempre incombente di una pandemia influenzale globale. Queste alcune delle tematiche al centro del piano di azione Oms 2019-2023 Leggi...

Infermieri e ostetriche
Dopo i dossier su medici, farmacisti, dentisti e fisioterapisti nuovo report Eurostat su infermieri e ostetriche. I primi sono 3,8 mln e le seconde circa 260 mila. L’Italia è nella parte bassa della classifica per numero di infermieri ogni 100.000 abitanti con 557, contro il dato dei maggiori partner Ue: Regno Unito, Francia e Germania. Per quanto riguarda le ostetriche il nostro Paese è fermo a 27,2 ogni 100.000 abitanti, valore simile a quello della Germania, ma inferiore rispetto a Svezia, Belgio e Polonia. Leggi...

spacer FNOPI: "Anche la Commissione Ue denuncia la carenza di infermieri, soprattutto in Italia"   
Alimenti e bevande
Lo rileva l’ultimo report del Ministero della Salute. Se negli stabilimenti sono ancora alte le infrazioni rispetto invece ai campioni analizzati sono emerse irregolarità solo nello 0,88% dei casi. IL RAPPORTO Leggi...

L&rsquo
Oggi i medici sensibili come lui continuano a esserci e alcuni sono suoi allievi, però agiscono in condizioni differenti da allora, pressati dalle questioni di budget aziendali. Al di là delle volontà e delle sensibilità individuali, il contesto attuale nel quale si svolge la professione medica finisce per togliere spazio alla relazione con il paziente di Margherita Errico (Nps) Leggi...

<strong>Eurostat
Eurostat ha analizzato gli interventi chirurgici più comuni, distinguendo quelli per cui è d'elezione la chirurgia mini-invasiva, quelli che non dovrebbero essere eseguiti in ricovero e mettendo in classifica le procedure in diminuzione e quelle in aumento nei letti d'ospedale. E c'è una novità: l'Italia è al 14° posto per i cesraei. Ma scarseggia negli interventi mini-invasivi e ricovera ancora troppo per eseguire la cataratta. Dimuniscono i ricoveri per tonsillectomia, prostatectomia e isterectomia. Leggi...

&ldquo
La Fondazione ha realizzato un documento per offrire a professionisti e ospedali un framework multidisciplinare e basato sulle evidenze per promuovere iniziative finalizzate a ridurre la ripetizione dei test di laboratorio di routine in ospedale. “La continua ripetizione dei test di laboratorio di routine nei pazienti ricoverati non solo rappresenta una rilevante fonte di sprechi, ma può determinare effetti avversi anche gravi”. IL POSITION STATEMENT Leggi...

I 40 anni del Ssn visti dalle Regioni e la nuova sfida dell&rsquo
In questi anni le Regioni sono state le co-protagniste, insieme al governo centrale, della sanità italiana, Nel bene e nel male. E oggi? Oggi dobbiamo fare i conti soprattutto con la questione ri-emergente dell’autonomia sulla quale occorre rispondere al quesito se la soluzione stia in una maggiore autonomia tout court, o in una autonomia che rilanci contestualmente un forte “regionalismo cooperativo” fra Stato e Regioni e anche fra Regioni stesse di Franco Toniolo Leggi...

Tra il rischio shut down e le nuove tecnologie
La profondità e l'ampiezza delle attuali applicazioni tecnologiche sul mercato saranno presto superate da una solida pipeline di nuove offerte che superano quelle più vecchie in termini di funzionalità e trasformazione del mercato stesso. Resta da vedere quale legislazione può sortire dal Congresso americano da questo braccio di forza sul bilancio che ha provocato lo shut down, che cosa arriverà alla scrivania del Presidente per la firma di Grazia Labate Leggi...

<strong>Spesa sociale
Secondo il Rapporto sulla “Spesa dei Comuni per i servizi sociali”, prosegue la ripresa iniziata nel 2014 riportando gradualmente la spesa sociale quasi ai livelli precedenti la crisi economica. Diminuiscono però le risorse dedicate ai servizi per gli anziani. La spesa per i disabili invece aumenta sia in valore assoluto che in rapporto alla popolazione di riferimento: da 1.478 euro annui pro-capite nel 2003 (19,7% l’incidenza sulla spesa sociale dei Comuni) a 2.854 nel 2016 (25,5%). IL RAPPORTO ISTAT - LE TABELLE DELLA SPESA SOCIALE NEI COMUNI. Leggi...

<strong>Influenza
Un basso tasso di vaccinazione antinfluenzale, ancora una realtà in molti paesi, aumenta il rischio di insorgenza di malattie gravi, ospedalizzazioni e morti premature. “Se non verranno presi provvedimenti per una maggiore diffusione delle vaccinazioni - si legge nel rapporto del Centro Europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie -, bisognerà aspettarsi un notevole sovraccarico dei sistemi sanitari, anche durante il corso di questa stagione invernale”. IL RAPPORTO di Paola Porciello Leggi...

Inclusione scolastica
Il dato emerge dall’indagine Istat appena pubblicata sull’accessibilità, la qualità dell’offerta e le caratteristiche degli alunni con sostegno. Censite quasi 57 mila scuole (dagli asili alle secondarie). Per il 9% degli alunni con sostegno, gli ausili didattici utilizzati a scuola risultano poco o per nulla adeguati alle loro esigenze e  una scuola su quattro è carente di postazioni informatiche adattate alle esigenze degli alunni con sostegno. IL RAPPORTO. Leggi...

Malattie cardiovascolari e tumori le prime due cause di morte degli italiani
Pubblicato dall’Istat l’Annuario 2018 con un capitolo interamente dedicato alla sanità e alla salute. Ma tra i 15 e i 29 anni il 50,2 per cento dei decessi avviene per cause di natura violenta (e di questi uno su due è dovuto a accidenti da trasporto), ma con una forte differenza: il quoziente maschile è quasi 4,5 volte più alto di quello femminile. Il 69,6 per cento della popolazione residente dà un giudizio positivo sul proprio stato di salute, sebbene il 39,9 per cento dichiari di essere affetto da almeno una patologia cronica. IL VOLUME INTEGRALE, IL CAPITOLO SANITÀ E SALUTE. Leggi...

Degenza media (tutti i ricoveri) in Europa: dal 2011 al 2016 solo sette paesi in aumento tra cui l&rsquo
I due paesi con la durata media del soggiorno più elevata sono stati la Repubblica Ceca (9,6 giorni) e la Croazia (9,3 giorni), quelli con la degenza media minore Bulgaria (5,3 giorni) e i Paesi Bassi (4,5 giorni, esclusa la lungodegenza). Malta, Italia, Portogallo, Cipro, Spagna, Lussemburgo e Francia: degenza media in aumento. La durata media della degenza per degenti di sesso maschile nel 2016 era generalmente più lunga nella maggior parte degli Stati membri.  Leggi...

Ogni anno spendiamo 500 euro a testa tra alcol e sigarette
Il dato reso noto da Eurostat che ha stilato la classifica europea dei consumi familiari nel 2017 per alcol (escluso però quello acquistato in hotel o al ristorante) e tabacco. I dati di spesa sono calcolati oltre che a livello medio procapite anche come peso complessivo sui budget familiari e sul Pil. Per l'alcol l'Italia si colloca tra i paesi che spendono di meno insieme alla Grecia e alla Spagna. Mentre per il tabacco siamo nella media europea. Leggi...

I medici, gli infermieri, le professioni &ldquo
L’iniziativa presa dalle Regioni di istituire tavoli permanenti di confronto con singole professioni, prese ciascuna separatamente, fa il paio con il regionalismo differenziato che, sul lavoro, l’impiego delle professioni, la flessibilità delle competenze, le convenzioni e i contratti, la formazione, ambisce ad avere le mani libere e quindi a sostituirsi alla Stato centrale, manipolando una normativa nazionale vissuta evidentemente come eccessivamente vincolante di Ivan Cavicchi Leggi...

Si abbia il coraggio di costruire il nuovo Patto per la salute a partire dai cittadini
Chiudiamo alla svelta il contratto della sanità, senza le risorse umane, tutte, non ce la possiamo fare e mettiamoci pancia a terra a lavorare certo per combattere sprechi, illegalità, clientelismi di ogni genere. Ma sarebbe davvero innovativo che il patto per la salute lei cominciasse per una volta a costruirlo prima con i cittadini, le loro rappresentanze, le risorse umane presenti nelle strutture sanitarie, ascoltando anche tecnici esperti del settore indipendenti. di Grazia Labate Leggi...

Il Ssn compie 40 anni
Purtroppo il 40° compleanno del SSN, la più grande conquista sociale dei cittadini italiani, avrebbe richiesto un clima ben diverso, visto che ormai da anni il centro del dibattito è inevitabilmente occupato dal tema della sostenibilità del SSN, che vive una “crisi esistenziale” senza precedenti.  Considerato che numerosi paesi hanno già abbandonato il modello di sanità pubblica, i 40 anni del SSN devono rappresentare un momento di riflessione per chiedersi a cosa serve realmente un servizio sanitario nazionale di Nino Cartabellotta Leggi...

<strong>La storia dei Patti per la Salute
In questa terza e ultima parte del nostro viaggio in quasi 20 anni di accordi e patti sulla sanità tra Governo centrale e Regioni, penso sia doveroso soffermarsi su alcuni temi dirimenti per il futuro del nostro sistema sanitario. Ne ho individuati tre: come mantenere l'equilibrio tra i due livelli di governo rispetto all'esigenza di garantire comunque i Lea; quale spazio dare (o contenere) alla sanità integrativa; il regionalismo differenziato che si sta affacciando alla finestra, con la richiesta di applicazione dell'articolo 116 della Costituzione da parte di molte regioni italiane di Filippo Palumbo Leggi...

Anno nuovo, nuova dieta
"Qualunque sia il tuo progetto per l'anno nuovo, una svolta salutare nelle tue abitudini alimentari non potrà che farti bene", questo l'insolito augurio dell'Oms che oggi lancia il suo personale invito a cambiare le nostre abitudini alimentari e scegliere decisamente "una dieta sana ed equlibrata". E per farlo basta seguire "cinque" semplici consigli: il cibo deve essere vario, poco sale, pochi grassi, poco zucchero, poco alcol.  Leggi...

Il Pssr del Veneto e la medicina generale: una &lsquo
Il Veneto con il suo piano socio-sanitario ci propone delle trivial policy per cui oltre l’antinomia convenzione/dipendenza/ privato non riesce ad andare convinto di poter fare di più solo se riuscirà ad amministrare direttamente i medici di famiglia. Fregandosene del fatto che non è amministrando il medico che si fa l’interesse del malato. Ma dall’altro lato la risposta dei medici di famiglia non può essere quella delle cozze che restano attaccate allo scoglio cioè alla propria convenzione. di Ivan Cavicchi Leggi...

La salute dei migranti
Nella Giormata internazionale dei migranti (che si è celebrata ieri) e a una settimana dalla firma del Global Compact l'Oms ha lanciato cinque pubblicazioni prodotte in collaborazione con la Commissione europea. Ciascuna pubblicazione affronta uno specifico aspetto della salute dei rifugiati e dei migranti fornendo strumenti, casi di studio e prove per informare pratiche e politiche per migliorare la loro salute.  Leggi...

spacer Eurostat: ecco i dati sull'integrazione dei migranti nell'Ue  
<strong>Rapporto Ictus 2018
Circa un terzo delle persone colpite non sopravvive a un anno dall’evento, mentre un altro terzo sopravvive con una significativa invalidità: il numero di persone che attualmente vive in Italia con gli esiti invalidanti di un ictus ha raggiunto la cifra record di 940mila. L’ictus cerebrale costa 16 miliardi al Ssn e 5 miliardi alle famiglie. Ma quasi il 50% degli eventi cerebrovascolari si potrebbe evitare grazie a stili di vita più salutari e un maggiore controllo medico nei soggetti ad elevato rischio cardiovascolare. IL RAPPORTO ICTUS 2018. Leggi...

Classifica Istat 2017 sul Benessere equo e sostenibile
Il Rapporto offre una lettura del benessere nelle sue diverse dimensioni con una particolare attenzione agli aspetti territoriali. Gli indicatori del Bes, in tutto 130, sono articolati in 12 domini: Salute; Istruzione e formazione; Lavoro e conciliazione dei tempi di vita; Benessere economico; Relazioni sociali; Politica e istituzioni; Sicurezza; Benessere soggettivo; Paesaggio e patrimonio culturale; Ambiente; Innovazione, ricerca e creatività; Qualità dei servizi. IL RAPPORTO BES 2017. Leggi...

spacer Il capitolo Salute: valori in stand by e peggiorano gli stili di vita  
<strong>La storia dei Patti per la Salute
L’esperienza concertativa sviluppatasi in tutti questi anni è stata rilevante ed ha caratterizzato fortemente il nostro SSN. Ovviamente ha dato luogo a valutazioni di diverso segno, che comunque possono aiutare a migliorare o a correggere il modello italiano di governance del settore sanitario di Filippo Palumbo Leggi...

Salute in agricoltura
L’agricoltura è un settore che presenta rischi infortunistici e sanitari molto elevati, superiori anche a quelli dell’edilizia, che occupa circa 3.000.000 di persone tra lavoratori autonomi - di cui la maggioranza stagionali - e lavoratori dipendenti. I dati INAIL mostrano una diminuzione di oltre il 35% del numero di infortuni in sette anni con un tasso annuo di riduzione del 5,1% di Domenico Della Porta Leggi...

<strong>La storia dei Patti per la Salute
In vista della stipula del nuovo Patto per la Salute, che la manovra economica in discussione al Senato prevede sia contratto entro il 31 marzo 2019, ecco un’analisi che ripercorre la genesi e la storia di quella che potremmo definire la "via italiana" all'intergovernmental method tra i diversi livelli di governoper richiamare il percorso che, incidendo sul quadro istituzionale, normativo e programmatico del settore sanitario, ne ha configurato una gestione su base pattizia tra Governo centrale e Governi locali di Filippo Palumbo Leggi...

Influenza
Eurostat fa il punto sulla vaccinazione contro l'influenza negli over 65. In testa il Regno Unito (71%), in coda l'Estonia (3%). Italia al 49,9% nel 2016, milgiora al 52% nel 2017 ma è ancora sotto di circa 10 punti percentuali rispetto ai risultati 2011. Leggi...

40 anni di Ssn
La fondazione, ringraziando la ministra Grillo per la celebrazione del 40° compleanno del Ssn, invita tutti a prendere atto che "oggi la nostra più grande conquista sociale si sta lentamente sgretolando". L'imponente definanziamento, l'illusione di poter garantire troppe prestazioni, sprechi e inefficienze, diseguaglianze regionali, aspettative irrealistiche dei cittadini e scarsa informazione scientifica "sono una miscela letale da neutralizzare al più presto".  Leggi...

Governo e Parlamento
 
 
Cronache
 
 
segui quotidianosanita.it
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy