Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 06 AGOSTO 2020
Studi e Analisi
segui quotidianosanita.it

Farmaci. Astraricerche: "Il 90% degli italiani li porta in viaggio"


Sono il paracetamolo, contro la febbre, e i fermenti lattici, per l'intestino, i due rimedi che gli italiani mettono sempre o spesso in valigia. È quanto emerge da una ricerca commissionata da neoNisidina su un campione di 200 farmacisti.

11 SET - Per gli italiani che vanno in viaggio, oltre allo spazzolino da denti, tra i prodotti ritenuti indispensabili ce ne sono numerosi legati alla salute. I più gettonati sono il paracetamolo e i fermenti lattici. Gli uomini fanno scorta di antiacidi e le donne di lassativi.

È quanto emerge da una ricerca commissionata da neoNisidina e realizzata da AstraRicerche intervistando direttamente un campione di 200 farmacisti italiani, divisi per sesso, residenza – nord-ovest, nord-est, centro e sud – ed età – sotto i 45 anni, fra i 45 e i 55 e ultra 55enni. Secondo oltre il 90% dei farmacisti sentiti, sono il paracetamolo, contro la febbre, e i fermenti lattici, per l'intestino, i due rimedi che gli italiani mettono sempre o spesso in valigia. E anche gli stessi farmacisti, per la loro salute, vogliono averli sempre a portata di mano.

Ci sono alcune rilevanti differenze tra uomini e donne: i maschi fanno scorta di antiacidi (32% dei professionisti) mentre le donne di lassativi (24% delle professioniste). 
Il 63% dei farmacisti intervistati ritiene che gli italiani portino con sé il giusto quantitativo di farmaci mentre i farmacisti più giovani (sotto i 45 anni) sostengono invece che i loro clienti ne portano troppi.


Il 17% dei farmacisti infine consiglia i farmaci che combinano più principi attivi.
 Il ricercatore Cosimo Finzi, spiega: “La ricerca mostra la preferenza dei farmacisti per un principio attivo – il paracetamolo – ma pure che tendono a portare con sé – come singolo farmaco o come mix di più prodotti – vari principi attivi; da notare anche il ‘bilanciamento’ tra i farmacisti che sostengono che i farmaci portati in viaggio dagli italiani sono troppi e quelli che affermano che sono troppo pochi: ne emerge un quadro positivo, visto che il 63% degli intervistati è convinto che i nostri concittadini sappiano regolarsi correttamente. E un discorso analogo vale per il mix tra farmaci con un solo principio attivo e farmaci con più principi combinati”.
 

11 settembre 2013
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Studi e Analisi

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy