Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 11 DICEMBRE 2019
Studi e Analisi
segui quotidianosanita.it

Farmaci. Astraricerche: "Il 90% degli italiani li porta in viaggio"

Sono il paracetamolo, contro la febbre, e i fermenti lattici, per l'intestino, i due rimedi che gli italiani mettono sempre o spesso in valigia. È quanto emerge da una ricerca commissionata da neoNisidina su un campione di 200 farmacisti.

11 SET - Per gli italiani che vanno in viaggio, oltre allo spazzolino da denti, tra i prodotti ritenuti indispensabili ce ne sono numerosi legati alla salute. I più gettonati sono il paracetamolo e i fermenti lattici. Gli uomini fanno scorta di antiacidi e le donne di lassativi.

È quanto emerge da una ricerca commissionata da neoNisidina e realizzata da AstraRicerche intervistando direttamente un campione di 200 farmacisti italiani, divisi per sesso, residenza – nord-ovest, nord-est, centro e sud – ed età – sotto i 45 anni, fra i 45 e i 55 e ultra 55enni. Secondo oltre il 90% dei farmacisti sentiti, sono il paracetamolo, contro la febbre, e i fermenti lattici, per l'intestino, i due rimedi che gli italiani mettono sempre o spesso in valigia. E anche gli stessi farmacisti, per la loro salute, vogliono averli sempre a portata di mano.

Ci sono alcune rilevanti differenze tra uomini e donne: i maschi fanno scorta di antiacidi (32% dei professionisti) mentre le donne di lassativi (24% delle professioniste). 
Il 63% dei farmacisti intervistati ritiene che gli italiani portino con sé il giusto quantitativo di farmaci mentre i farmacisti più giovani (sotto i 45 anni) sostengono invece che i loro clienti ne portano troppi.


Il 17% dei farmacisti infine consiglia i farmaci che combinano più principi attivi.
 Il ricercatore Cosimo Finzi, spiega: “La ricerca mostra la preferenza dei farmacisti per un principio attivo – il paracetamolo – ma pure che tendono a portare con sé – come singolo farmaco o come mix di più prodotti – vari principi attivi; da notare anche il ‘bilanciamento’ tra i farmacisti che sostengono che i farmaci portati in viaggio dagli italiani sono troppi e quelli che affermano che sono troppo pochi: ne emerge un quadro positivo, visto che il 63% degli intervistati è convinto che i nostri concittadini sappiano regolarsi correttamente. E un discorso analogo vale per il mix tra farmaci con un solo principio attivo e farmaci con più principi combinati”.
 

11 settembre 2013
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Studi e Analisi

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy