Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 21 NOVEMBRE 2019
Studi e Analisi
segui quotidianosanita.it

Dispositivi medici. Spesa Ssn in calo dell’1,1%. Il rapporto del Ministero 

Tra il primo semestre 2012 e lo stesso periodo del 2013 la spesa delle strutture sanitarie pubbliche del Ssn per i dispositivi medici è infatti passata da 1.290,59 milioni di euro a 1.276,75 milioni. Ecco il rapporto del ministero della Salute sul I semestre 2013 e quello sui dati 2012.

27 GEN - Diminuisce la spesa del Ssn per l'acquisto di dispositivi medici da parte delle strutture sanitarie pubbliche del Ssn. I dati raccolti dal ministero della Salute sul 92% delle Aziende Sanitarie italiane sul primo semestre 2013 mostrano infatti una flessione dell’1,1% sulla spesa rispetto allo stesso periodo del 2012, quanto a conferire i dati era stato peraltro l’87% delle Asl.

Il soldoni, la spesa è passata da 1.290,59 milioni di euro nel I semestre del 2012 a 1.276,75 milioni di euro nel I semestre del 2013.

Nel corso dei primi sei mesi del 2013 la spesa rilevata nel Flusso Consumi risulta aumentata in 11 Regioni: Lazio (>100%), Calabria (+80%), Campania (+42%), Marche (+23%), Friuli Venezia Giulia (+23%), Puglia (+12%), Valle d'Aosta (+3%), Umbria (+3%), Emilia Romagna (+2%), Molise (+2%) e Lombardia (+0,4%), mentre è diminuita in altre 8: Piemonte (-87%), Abruzzo (-30%), Basilicata (-21%), Liguria (-6%), Toscana (-6%), Veneto (-5%), P.A. Bolzano (-4%) e Sicilia (-2%); la Regione Sardegna e la P.A. Trento, nel periodo considerato, non hanno trasmesso alcun dato.

Quanto alle categorie di dispositivi medici per cui si spende di più, al primo posto troviamo i “P – Dispositivi protesici impiantabili e prodotti per osteosintesi”, con una spesa pari a 278 milioni di euro (21,8% del totale). Seguono i “C – Dispositivi per apparato cardiocircolatorio”, con una spesa di 158 milioni di euro (12,4% del totale). Poi i “J – Dispositivi impiantabili attivi”, con una spesa pari a 139 milioni di euro (10,9% del totale) e i “A – Dispositivi da somministrazione, prelievo e raccolta”, con una spesa pari a 111 milioni di euro ( 8,7% del totale). Queste quattro categorie rappresentano circa il 54% della spesa totale rilevata.

 

27 gennaio 2014
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Studi e Analisi

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy