Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 29 OTTOBRE 2020
Studi e Analisi
segui quotidianosanita.it

Medici. Cresce in tutta Europa l’età media. Il 37% ha più di 55 anni. E il primato va all’Italia. I dati Eurostat


Molti i Paesi della Ue dove il fenomeno dell’invecchiamento della forza lavoro si fa sentire. Tra il 2009 e il 2014 la quota di medici over 55 è cresciuta del 13%. All’Italia il gradino più alto del podio con il 52% dei dottori sopra i cinquantacinque anni.  “Rapido invecchiamento da quando la generazione del baby-boom ha cominciato a raggiungere l'età pensionabile”. IL REPORT

15 DIC - Nella Ue nel 2014 sono stati registrati 1,8 mln di medici. Il più alto numero assoluto in Germania (333 migliaia), seguita a distanza da Italia (236 migliaia di euro), Francia (206.000), Regno Unito (181 mila) e Spagna (177 mila). Insieme, questi cinque Stati membri hanno rappresentato  quasi i due terzi (64%) del numero totale di medici praticanti in Europa.
 
Ma in rapporto agli abitanti le cose cambiano. Sulla base di un confronto in relazione al numero della popolazione, è la Grecia ad aver registrato il più alto numero con 632 medici ogni 100.000 abitanti. A seguire Austria (505) e Portogallo (443) e Lituania (431). L’Italia è ottava con 388.
 
Al contrario, tra gli stati con meno medici in rapporto alla popolazione c’è la Romania con 272 medici ogni 100.000 abitanti e la Polonia, dove è stato registrato il più basso rapporto (231). 
 
Più generalisti o più specialisti? Europa spaccata in due. In 12 degli Stati membri dell'Unione europea, tra cui Germania, Francia e Regno Unito, la specializzazione più comune nel 2014 è stata quella di medico generalista. Al contrario, ci sono più medici specialisti in 13 degli Stati membri (tra cui l'Italia). 

 
All’Italia il primato della più alta percentuale di medici che hanno compiuto 55 anni. Eurostat rivela come “c'è stato un rapido invecchiamento della forza lavoro sanitaria nell'UE da quando la generazione del baby-boom ha cominciato a raggiungere l'età pensionabile. Questo si riflette nella quota di medici che sono stati 55 anni o più, che passano dal 24% del 2004 al 37% nel 2014. La quota dei medici di età compresa tra 55 anni nel numero totale dei medici si aggira nel range 40-46% in Bulgaria, Cipro, Germania, Ungheria, Belgio, Lettonia, Estonia e Francia, mentre in Italia si registra la percentuale più elevata: il 52%. Al contrario, il gruppo di età è meno di un quinto a Malta (17%) e Regno Unito (13%)”.

15 dicembre 2016
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Studi e Analisi

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy