Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 22 NOVEMBRE 2017
Studi e Analisi
segui quotidianosanita.it

Come si può “distruggere” l’Obamacare senza abolirla

E’ pervenuta alla Agenzia delle Entraste Americana IRS una direttiva dall’amministrazione per consentire alle persone di sorvolare se non hanno l'assicurazione. Ciò sta riducendo il numero di persone sane che acquistano un pacchetto assicurativo. Le compagnie di assicurazione perderanno così i loro profitti. Questo, insieme ad altre misure, comporterebbe un aumento dei premi assicurativi del 20% l'anno.

07 SET - Il senato americano ha ripreso i suoi lavori sulla riforma sanitaria con una serie di importanti audizioni: dalle maggiori compagnie di assicurazione alle grandi strutture sanitarie private e pubbliche. Il 29 luglio 2017, il presidente Trump di fronte al nulla di fatto in termini di votazione per l’abolizione dell’Obamacare aveva minacciato di smettere di rimborsare gli assicuratori che rinunciano alle franchigie e ai pagamenti per i clienti a basso reddito.
 
A partire dal 2 settembre 2017, la minaccia non ha avuto seguito. Se lo avesse fatto, le società di assicurazione avrebbero aumentato i premi del 20%.
Le aziende che devono consolidare i loro piani entro il 2017, si sarebbero trovate di fronte ad aumenti dei premi per i loro iscritti non previsti, che avrebbero provocato improvvisi aumenti di costi.

Trump lanciava l’ennesimo avvertimento al Congresso di abrogare l'Affordable Care Act del 2010. Ma il congresso con il senatore John McCain, ha espresso il voto decisivo, contro l’abrogazione sollecitando un ritorno alla legislazione bipartisan.  Dopo l'avvertimento di Trump, il senatore Lamar Alexander, presidente della commissione per la salute, l'istruzione, il lavoro e le pensioni ha invitato il presidente a continuare a finanziare l’attuale legislazione sanitaria per un tempo sufficiente a consentire al comitato di sviluppare una soluzione bipartisan. Per questo oggi sono cominciate le audizioni.


Ma l'ACA si può svuotarla dall’interno senza sostituirla.

E’ pervenuta alla Agenzia delle Entraste Americana IRS una direttiva dall’amministrazione per consentire alle persone di sorvolare se non hanno l'assicurazione. I contribuenti dovrebbero indicare sui loro redditi fiscali se hanno un'assicurazione o meno. Se non riempiono nulla, l'IRS non indaga ulteriormente. Ciò sta riducendo il numero di persone sane che acquistano un pacchetto assicurativo. Le compagnie di assicurazione perderanno così i loro profitti. Non possono permettersi di offrire piani solo aziendali. 
 
Il capo del dipartimento della sanità e dei servizi per la salute è l'ex Rappresentante repubblicano Tom Price. Price chirurgo ortopedico, rappresentante dello Stato della Georgia al Congresso, fedelissimo della prima ora di The Donald, è un fiero critico della riforma varata nel 2010 dal presidente uscente Barack Obama in materia di assicurazione sanitaria.

Price scrisse la prima legge di depotenziamento dell’assistenza sanitaria per tutti su cui Obama aveva imposto il veto.  Ha promesso di indebolire la regola che le compagnie di assicurazione sanitaria devono fornire tutti i 10 benefici fondamentali che caratterizzano un piano salute serio. Il prezzo può ora anche non coprire alcuni servizi preventivi come la contraccezione.

Il prezzo del piano dell’assicurazione può essere vincolato al fatto che i destinatari Medicaid devono ottenere un lavoro. Price ha già assicurato gli Stati che il HHS li avrebbe sostenuti se avessero cominciato a richiederlo. Potrebbe inoltre consentire agli Stati di stabilire premi, limiti di vita sui benefici o altre regole di condivisione dei costi per i destinatari Medicaid.

Trump ha nominato Seema Verma a guidare i Centri per Medicare e Medicaid Services. Verma conduce una burocrazia federale di 6.500 persone che sovrintende non solo Obamacare ma Medicare per gli anziani e Medicaid per i poveri. Ha promesso una maggiore flessibilità per gli Stati per sperimentare nuovi approcci Medicaid.

Verma aveva aiutato Mike Pence attuale vicepresidente degli USA a creare un piano di espansione Medicaid in Indiana. Ha sostenuto che i destinatari di Medicaid devono pagare una piccola tassa mensile per ricevere Medicaid.

Con la politica di Verma, i destinatari del Medicare non sarebbero in grado di permettersi cure preventive o di trattamento per malattie croniche. Devono attendere che le malattie comportino crisi acuta per curarsi. Potrebbero quindi andare tutti ai pronto soccorso, in emergenza, dove si è obbligati a trattare tutti. Questa cura più costosa è fatturata a Medicaid. Sostituendo costose sale di emergenza ospedaliere per medici di assistenza primaria si aumentano i costi di assistenza sanitaria per tutti, facendo implodere il bilancio dello stato.

L’idea di abrogare la regola dell'ACA che gli individui devono acquistare l'assicurazione, di non richiedere alle imprese con 50 o più dipendenti di fornire prestazioni di assicurazione, di abrogare l'imposta sui produttori di dispositivi medici, di sconvolgere i benefici per la famiglia, la Parenthood programmata, di abbattere il Fondo per la prevenzione e la sanità pubblica e il Fondo comunitario per la sanità erano e sono manovre per svuotare dall’interno una riforma in senso più equo che Obama aveva tentato di offrire al suo paese.
 
Il CBO ha già ampiamente avvertito che se queste disposizioni dovessero diventare legge i premi assicurativi aumenterebbero del 20 per cento all'anno. Ciò potrebbe compromettere la loro capacità di fornire copertura sanitaria per coloro che hanno condizioni preesistenti. Sarebbero costrette ad aumentare i premi sulle politiche esistenti per coprire i loro costi.

La verità è che I repubblicani non hanno mai avuto la maggioranza di 60 voti necessari per attuare I’abrogazione ed i democratici non abrogherebbero mai una legge che hanno voluto a tutti i costi. Non resta che riprendere il sistema delle audizioni e tentare di affrontare i vari nodi della politica sanitaria americana avendo veramente a cuore le sorti del paese.

Le scorciatoie furbesche non produrranno risultati e nemmeno le promesse elettorali come quella di ridurre i pagamenti federali per l'espansione Medicaid a partire dal 2021, o tagliare la spesa Medicaid nel 2024.

La modifica dei benefici di salute essenziali potrebbe compromettere la copertura di tanti cittadini quelli con condizioni preesistenti, circa 22 milioni che oggi godono di una copertura e che domani potrebbero non averla più. Cancellando le regole dell’Obama care le questioni si aggravano non si risolvono e si spenderà di più. Il Far west sulla salute non è produttivo. Il consenso sulla pelle dei meno abbienti sfumerà quando se ne vedrano i primi effetti:
• Non hai un'assicurazione. Arrangiati non devi più pagare nemmeno la penalità prevista dalla legge.
• Guadagni più di 200.000 dollari l'anno, non devi più pagare la tassa di solidarietà Obamacare sul tuo reddito.
• Hai una impresa sotto i 50 dipendenti, Non dovrai più pagare una penalità se non li assicuri.
• Hai una società di dispositivi medici o un salone di bellezza o per l’abbronzatura, non è più necessario pagare le tasse Obamacare. 
 
Una copertura ridotta riduce i costi solo se rientri in una di queste categorie: sei sano e sei giovane.
Allo stesso modo, hai maggiori costi se rientri in una delle seguenti categorie: hai una malattia cronica, sei più anziano.
Il disegno di legge del Senato consentiva alle compagnie di assicurazione di caricare gli anziani cinque volte di più di quello che avrebbero pagato i più giovani.
 
La Blue Cross e Blue Shield Association hanno avvertito i senatori che ora riprendono le audizioni: “abrogare il mandato di legge Affordable Care per il quale quasi tutti hanno un'assicurazione sanitaria sarebbe disastroso se il Congresso non riesce a sostituirlo con un'altra misura che assicura che le persone ricevano e mantengano la copertura assicurativa”.

"Se non c'è più un obbligo per tutti di acquistare la copertura, è fondamentale che ogni legislazione includa forti incentivi per le persone a ottenere un'assicurazione sanitaria e mantenerla per tutto l'arco dell'anno”.  Un sistema che consente alle persone di acquistare copertura solo quando ne hanno bisogno aumenta i costi per tutti. La salute è questione dirimente per lo sviluppo del paese non può essere affrontata a spot.
 
Il finanziamento immediato del programma medicare e medicaid è essenziale per aiutare quegli individui più bisognosi che con i loro costi, anche out-of-pocket, hanno bisogno di poter accedere ai servizi medici. Il Governo deve fornire fondi dedicati per contribuire a pagare la cura di coloro che presentano condizioni mediche significative e che tuttavia sono poveri o a basso reddito.
L’operazione liberi tutti e più sani e più belli senza risorse, non può funzionare checchè ne pensi Donald Trump.
 
Grazia Labate
Ricercatore in economia sanitaria, già sottosegretario alla sanità

07 settembre 2017
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Studi e Analisi

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy