Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 18 GENNNAIO 2019
Studi e Analisi
segui quotidianosanita.it

Degenza media (tutti i ricoveri) in Europa: dal 2011 al 2016 solo sette paesi in aumento tra cui l’Italia all'ottavo posto con 8,1 giorni 

I due paesi con la durata media del soggiorno più elevata sono stati la Repubblica Ceca (9,6 giorni) e la Croazia (9,3 giorni), quelli con la degenza media minore Bulgaria (5,3 giorni) e i Paesi Bassi (4,5 giorni, esclusa la lungodegenza). Malta, Italia, Portogallo, Cipro, Spagna, Lussemburgo e Francia: degenza media in aumento. La durata media della degenza per degenti di sesso maschile nel 2016 era generalmente più lunga nella maggior parte degli Stati membri. 

03 GEN - Nel 2016, Eurostat segnala che la durata media di una degenza ospedaliera (tutti i tipi di ricovero) negli Stati membri dell'Unione europea variava tra 5 e 10 giorni (media 7,3 giorni).

Dei 25 Stati membri dell'Ue per i quali sono disponibili dati del 2016, i due paesi con la durata media del soggiorno più elevata sono stati la Repubblica Ceca (9,6 giorni) e la Croazia (9,3 giorni). 

Al contrario, i due paesi con il numero medio minore di giorni trascorsi in ospedale sono stati la Bulgaria (5,3 giorni) e i Paesi Bassi (4,5 giorni, esclusi gli ospedali per soggiorni di lunga durata).

L'Italia con 8,1 giorni (per tutti i tipi di ricovero) era ottava in classifica nel 2016.
La durata media del soggiorno per degenti è calcolata dal numero totale di notti trascorse negli ospedali per degenti suddivisi per il numero totale di dimissioni. 

La durata media del soggiorno, ricorda Eurostat, può essere influenzata dalle differenze nel tipo di istituzioni coperte nei diversi Stati membri. Ad esempio, se le istituzioni che forniscono assistenza a lungo termine non sono incluse nei dati nazionali, è probabile che la durata media del soggiorno sia sottostimata.


Confrontando la durata media del soggiorno nel 2016 con la situazione del 2011, la maggioranza degli Stati membri dell'Ue - 17 su 27 (nessun dato disponibile per la Grecia) - registra una riduzione della degenza media. 

Il calo maggiore è stato registrato in Finlandia, dove la media è scesa da 11,2 giorni a 8,6 giorni. 

Al contrario, sette Stati membri hanno registrato un aumento durante questo periodo: Malta, Italia, Portogallo, Cipro, Spagna, Lussemburgo e Francia.
 
 
Sebbene in generale ci fossero più pazienti donne ricoverati, la durata media della degenza per degenti di sesso maschile nel 2016 era generalmente più lunga nella maggior parte degli Stati membri. 

Le principali eccezioni sono state l'Ungheria, Malta e Belgio, mentre in Austria la media delle pazienti donne era solo leggermente più alta rispetto ai pazienti maschi e in Finlandia erano uguali.
 


La durata media per età della degenza nel 2016 è stata generalmente più bassa per i bambini di età compresa tra 1 e 4 anni o 5-9 anni rispetto a quella per le fasce di età inferiore a un anno. 

Tra i gruppi di età 5-9 anni e 10-14 anni c'è stato un aumento della durata media della degenza in tutti gli Stati membri, ma la media è rimasta relativamente stabile fino alla fascia di età 30-34 anni. 

Successivamente, la durata media dei ricoveri è aumentata fino alla fascia di età 55-59 anni dopo la quale si è stabilizzata. 

Dalla fascia di età 65-69 anni in su, la durata media della degenza tendeva a diventare più elevata con il picco nella maggior parte degli Stati membri in una delle fasce d'età più elevate, in particolare 85-89, 90-94, o 95 anni e oltre. 

Tuttavia, in Germania e Croazia, la degenza media più lunga è stata registrati per le fasce di età 55-59 anni e 45-49 anni; per Danimarca, Cipro e Svezia tra i bambini di età inferiore a un anno. 

L'Ungheria ha avuto la maggiore differenza nella degenza media tra le fasce di età, con una media di 3,5 giorni per i bambini di età compresa tra 1 e 4 anni e fino a una media di 34,9 giorni per le persone di età pari o superiore a 95 anni.
 


La durata media della degenza per degenti era notevolmente più lunga per disturbi mentali e comportamentali. In diversi Stati membri i dati presentati escludono dimissioni da parte di alcuni o tutti gli ospedali psichiatrici o istituti di assistenza per la salute mentale. 

Le degenze medie più lunghe per degenti con disturbi mentali e comportamentali sono state segnalate in Cecenia, a Malta e nel Regno Unito, tra 38 e 41 giorni. Tra le altre diagnosi, la lunghezza media della degenza era generalmente più alta per i pazienti con malattie del sistema circolatorio o neoplasie.

Per molte delle diagnosi c’era un grado relativamente elevato di uniformità nella durata media della degenza segnalato da ciascuno Stato membro. Ad esempio, i pazienti ricoverati per malattie dell'apparato digerente avevano una degenza media tra 4,4 giorni (in Bulgaria, a Malta e nei Paesi Bassi) e 6,8 giorni (in Italia); i pazienti con diagnosi di malattie dell'apparato respiratorio, quelli con malattie del sistema genito-urinario e quelli con neoplasie hanno riportato anche una durata media della degenza abbastanza simile negli Stati membri. 

Al contrario, per le malattie del sistema circolatorio la durata media della degenza variava da 4,2 giorni in Bulgaria a 12,4 giorni in Ungheria. Per disturbi mentali e comportamentali la degenza media ha registrato variazioni ancora maggiori.
 

 


03 gennaio 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Studi e Analisi

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy