Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 09 LUGLIO 2020
Studi e Analisi
segui quotidianosanita.it

Covid. Dall’Iss otto nuovi Rapporti con le indicazioni per gli operatori


Prosegue la pubblicazione della collana dell'Iss che arriva ora a 54 volumi pubblicati dall'inizio dell'epidemia. Gli ultimi 8 report pubblicati in questi ultimi giorni riguardano: etica della ricerca, strategie immunologiche, classificazione cause di morte, sicurezza paziente diabetico, integratori alimentari, strutture veterinarie universitarie, contact tracing, tecnologie per il rilevamento della prossimità. VAI ALLO SPECIALE RAPPORTI COVID 

26 GIU - Dall'Isituto superiore di sanità otto nuovi Rapporti Covid con le indicazioni epr gli oerpatori sanitari che portano a 54 il titale dei rapporti finora pubblicati da quando è scoppiata l'epidemia (per leggerli tutti vai allo speciale Rapporti Iss-Covid realizzato in collaborazione con Quotidiano Sanità).
 
Rapporto ISS COVID-19 n. 54/2020 - Tecnologie a supporto del rilevamento della prossimità: riflessioni per il cittadino, i professionisti e gli stakeholder in era COVID-19
Il rapporto, diretto al cittadino, operatore sanitario e stakeholder, affronta l’introduzione delle tecnologie a supporto del rilevamento della prossimità utilizzate nel contact tracing digitale basato su App per smartphone per combattere l’epidemia di COVID-19. Lo studio ha tre punti di vista. La prima polarità introduce il contact tracing a partire dalla definizione della World Health Organization, che prescinde da tecniche digitali e in realtà è articolata in tre passi importanti: contact identification, contact listing, contact follow-up. Il secondo punto di vista evidenzia le innovazioni della tecnologia mobile, basate su smartphone, che erano indisponibili durante la diffusione dell’epidemia dovuta al virus SARS-CoV del 2003. Il terzo punto di vista entra in merito alla diffusione e alla evoluzione di queste App attraverso un’analisi dello stato dell’arte. Il rapporto si propone in oltre come strumento dinamico che viene aggiornato sulla base dell’evoluzione delle soluzioni tecnologiche e le evidenze che emergono dalla letteratura scientifica internazionale.

 
Rapporto ISS COVID-19 n. 53/2020 - Guida per la ricerca e gestione dei contatti (contact tracing) dei casi di COVID-19
La ricerca e gestione dei contatti (contact tracing) è una componente chiave delle strategie di prevenzione e controllo del COVID-19. L’obiettivo è identificare rapidamente i casi secondari e prevenire l’ulteriore trasmissione dell’infezione. Si svolge attraverso 3 fasi: 1) identificazione delle persone esposte all’infezione SARS-CoV-2; 2) colloquio con i contatti, per valutare i sintomi e il rischio, e fornire istruzioni sui comportamenti da tenere; 3) monitoraggio per 14 giorni dopo l’ultima esposizione, per verificare l’eventuale insorgenza di sintomi e identificare rapidamente i casi secondari, isolarli e trattarli. Il presente documento illustra le fasi chiave del contact tracing e ha lo scopo di fornire uno strumento per la sanità pubblica che permetta di rendere omogeno l’approccio a questa attività sul territorio nazionale.
 
Rapporto ISS COVID-19 n. 52/2020 - Protocollo di gestione dell’emergenza epidemiologica da SARS-CoV-2 nelle strutture veterinarie universitarie
La circolazione pandemica di SARS-CoV-2 è legata alla trasmissione da uomo a uomo. Tuttavia, alcune recenti evidenze, sia di natura osservazionale che sperimentale, hanno posto all’attenzione della comunità scientifica e delle autorità sanitarie, il tema della suscettibilità degli animali a SARS-CoV-2. È stato infatti riportato che, occasionalmente, il virus può trasmettersi dall’uomo agli animali e probabilmente anche da animali a uomo. Il presente rapporto fornisce informazioni e raccomandazioni per medici veterinari, docenti, ricercatori e lavoratori, compresi quelli equiparati, delle strutture veterinarie universitarie italiane, quali ospedali didattici, laboratori e sale settorie, che a vario titolo e ruolo sono coinvolti nelle attività didattica, assistenziale e di ricerca.
 
Rapporto ISS COVID-19 n. 51/2020 - Integratori alimentari o farmaci? Regolamentazione e raccomandazioni per un uso consapevole in tempo di COVID-19
Nell'ambito dell'emergenza COVID-19 sono state avanzate numerose proposte di utilizzo degli integratori alimentari (IA) a fini terapeutici. Tale utilizzo non è corretto in quanto gli IA possono essere usati per migliorare lo stato di benessere dei soggetti sani, ma il loro utilizzo a scopo terapeutico è improprio e potenzialmente pericoloso per la salute. Ciò è ancora più vero nei confronti di una malattia “nuova” come il COVID-19. Il presente rapporto intende chiarire soprattutto gli aspetti di perenne ambiguità sul ruolo differente degli IA e dei Farmaci. Vengono pertanto indicati per entrambi i differenti percorsi regolatori previsti per l'immissione in commercio. Sono infine richiamate le raccomandazioni sull’uso consapevole ed informato degli IA rispetto alle loro funzioni, proprietà ed interazioni con farmaci.
 
Rapporto ISS COVID-19 n. 50/2020 Rev. - Contributo dell’innovazione tecnologica alla sicurezza del paziente diabetico da sottoporre ad esame del fondo oculare in tempi di COVID-19
La fragilità dei pazienti diabetici è accentuata in tempi di COVID-19. L’esame del fondo oculare, necessario nei pazienti diabetici sia per l’evidenziazione di eventuali complicanze retiniche che per seguire l’andamento della malattia di base, rappresenta una procedura a rischio sia per il paziente che per l’oculista, in quanto generalmente eseguita in sede ambulatoriale mediante uno strumento (lampada a fessura) che prevede una ridotta distanza (15-20 cm) tra operatore e paziente. L’applicazione di un modello di diagnostica del fondo oculare mediante immagini digitali refertate a distanza, ampiamente consolidata in altri Paesi, offre vantaggi relativi alla gestione del paziente: eseguibilità in sede di ambulatorio diabetologico contestualmente ad altri esami/controlli/terapie/forniture di presìdi, riducendo gli accessi, evitando la prenotazione della prestazione specifica al Centro Unico di Prenotazione (e, pertanto, un altro accesso in luogo pubblico); rispetto della distanza di sicurezza con l’interposizione di un apparecchio fotografico digitale (retinografo); refertabilità a distanza e possibilità di depositare il referto direttamente nella cartella diabetologica e/o nel database del Medico di Medicina Generale; possibilità di diagnosticare nell’immagine patologie concomitanti del fondo oculare (degenerazione maculare senile, sospetto di glaucoma e altro); sensibilizzazione del paziente, che viene reso edotto, nell’occasione, della necessità di sottoporsi a controlli oculistici periodici.
 
Rapporto ISS COVID-19 n. 49/2020 - COVID-19: rapporto ad interim su definizione, certificazione e classificazione delle cause di morte
Il rapporto presenta indicazioni per la definizione dei decessi per COVID-19, per la certificazione ISTAT e classificazione degli stessi e per la definizione del decesso ai fini di indennità INAIL. L’adozione di criteri standardizzati consente di confrontare l’impatto dell’epidemia a livello regionale ed internazionale, di valutare in maniera standardizzata l’efficacia di politiche sanitarie per il contenimento dell’infezione e di stimare l’efficacia di trattamenti terapeutici e preventivi.
 
Rapporto ISS COVID-19 n. 48/2020 - Strategie immunologiche ad interim per la terapia e prevenzione della COVID-19
Nel corso di dicembre 2019 nella città di Wuhan nella Provincia di Hubei, le autorità sanitarie cinesi hanno identificato un cluster di casi di polmonite ad eziologia sconosciuta. Le indagini intraprese hanno portato all’identificazione di un nuovo coronavirus SARS-CoV-2, della stessa famiglia di quelli responsabili della sindrome respiratoria acuta grave (SARS-CoV) e della sindrome respiratoria mediorientale (MERS-CoV). Il nuovo virus causa la malattia denominata COVID-19 (Coronavirus disease). La risposta immunitaria al virus si è rivelata di fondamentale importanza nel determinare il decorso e la prognosi della malattia. In questo rapporto sono sintetizzate le attuali conoscenze sulla risposta immunitaria all’infezione da SARS-CoV-2 e le loro implicazioni nella prevenzione dell’infezione e nella terapia di COVID-19.
 
Rapporto ISS COVID-19 n. 47/2020 - Etica della ricerca durante la pandemia di COVID-19: studi osservazionali e in particolare epidemiologici
La ricerca biomedica include ricerche di tipo interventistico o sperimentale, e ricerche osservazionali / epidemiologiche. Mentre i primi tipi di ricerche sono regolate da normative specifiche, di cui alcune dedicate alla situazione di pandemia di COVID-19, per le seconde non esistono riferimenti normativi ma documenti di “soft law”. Il presente rapporto si propone di offrire riferimenti ai ricercatori impegnati nello studio SARS-CoV-2 e ai Comitati Etici (CE) impegnati nella valutazione delle ricerche osservazionali/epidemiologiche condotte in emergenza, a partire dalla letteratura e da raccomandazioni di Organizzazioni Internazionali, relative a: valori e principi di etica della ricerca da considerare nella progettazione e valutazione di ricerche osservazionali / epidemiologiche in emergenza COVID-19; ruolo dei CE e procedure da adottare per rispondere con tempestività alle richieste di valutazione delle ricerche osservazionali / epidemiologiche in ambito COVID-19 e non COVID-19; specificità e deroghe al consenso informato per le ricerche osservazionali / epidemiologiche in ambito COVID-19; collaborazione tra ricercatori e condivisione tempestiva di risultati e dati delle ricerche.

26 giugno 2020
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Studi e Analisi

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy