Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 19 AGOSTO 2022
Umbria
segui quotidianosanita.it

All’ospedale di Perugia screening audiologico gratuito per studenti

Appuntamento il 1° aprile, con una giornata di sensibilizzazione e un focus sulla prevenzione dei danni da rumore in età scolastica. L’Organizzazione Mondiale della Sanità stima che nelle nazioni industrializzate oltre il 50% delle persone di età compresa tra 12 e 35 anni ascolti musica a volumi che possono mettere a rischio il proprio sistema uditivo.

30 MAR - La Clinica Otorinolaringoiatrica dell’Azienda Ospedaliera di Perugia, diretta dal professor Giampietro Ricci, in occasione della prima Giornata di sensibilizzazione dell’udito ha promosso una giornata di screening audiologico gratuito rivolto agli studenti. È in programma venerdì 1° aprile, dalle ore 15.00 alle ore 19.00, e accoglierà, in un ambulatorio dedicato, i ragazzi in età scolare, sia portatori di difficoltà o disturbi uditivi di recente insorgenza oppure perché abitualmente esposti all’ascolto di musica ad elevati livelli di volume.

La manifestazione, alla quale ha aderito la Clinica Otorinolaringoiatrica, è organizzata dalla Società Italiana di Otorinolaringologia e Chirurgia Cervico-Facciale (SIOeChCF) insieme alla Società Italiana di Audiologia e Foniatria (SIAF) e a 23 Associazioni senza fini di lucro di persone con deficit uditivi e dei loro genitori o familiari.  

“L’ ipoacusia (perdita dell’udito) è una condizione molto comune e diffusa – spiega in una nota il prof. Ricci - ma le conseguenze di una sordità non trattata sono devastanti, mancato o ritardato sviluppo del linguaggio nel bambino, deficit cognitivi, difficoltà relazionali e lavorative, isolamento sociale, disturbi comportamentali”.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità stima che nelle nazioni industrializzate oltre il 50% delle persone di età compresa tra 12 e 35 anni ascolta musica a volumi che possono mettere a rischio il proprio sistema uditivo. “Ascoltare musica per 15 minuti con un apparecchio audio ad una intensità di 100 dB – continua Ricci - vuol dire esporsi agli stessi danni che un lavoratore dell’industria subisce per una esposizione a 85 dB per 8 ore. È di fondamentale importanza imparare ad ascoltare in maniera sicura suoni e musiche sin dalla giovane età per proteggere l’udito da possibili danni”.

Per aderire allo screening, contattare il numero 0755783279. L’ambulatorio si trova al piano -1, blocco P.

30 marzo 2022
© Riproduzione riservata

Altri articoli in QS Umbria

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy