Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 24 LUGLIO 2019
Umbria
segui quotidianosanita.it

Umbria. Restyling e potenziamento per Ostetricia e Ginecologia di Città di Castello. Parola d'ordine: umanizzazione

La struttura ha ricevuto in dono, dall'associazione Matty & Co, un cardiotocografo digitale subacqueo per il monitoraggio costante del battito cardiaco fetale anche durante il travaglio e il parto in acqua. Previsti anche nuovi strumenti finalizzati al contenimento del dolore in modalità non farmacologica.

15 MAG - Al via il potenziamento e al restyling del reparto di ostetricia e gineocologia dell'ospedale di Città di Castello (Perugia. Importante il contributo dell'associazione Matty & Co che ha donato un cardiotocografo digitale subacqueo per il monitoraggio costante del battito cardiaco fetale anche durante il travaglio e il parto in acqua.

"Dotato di sistema telemetrico senza fili per la rilevazione mobile del battito cardiaco fetale e delle contrazioni uterine tramite sonde impermeabili - ha spiegato il direttore della struttura complessa, Donatello Torrioli - il nuovo cardiotocografo risulta ideale per travagli e parti in acqua nella più completa sicurezza per la donna e per il nascituro, dal momento che rende possibile il monitoraggio sia in vasca sia durante la deambulazione o gli spostamenti in fase di travaglio".

Il progetto di ristrutturazione e restyling, che sarà realizzato grazie all'operato dei volontari dell'associazione Matty & Co., prevede, riferisce l'Usl in una nota, la personalizzazione cromatica del reparto e di una sala travaglio-parto e l'allestimento di accessori come corde, passamano, sbarre, tappeti e palloni che, insieme al travaglio e parto in acqua, rientrano nelle tecniche non farmacologiche per il contenimento del dolore. Inoltre, per contribuire ad abbellire, umanizzare e vivacizzare il reparto, l'azienda ha promosso il progetto "Scatti di vita" con esposizione di alcune fotografie di neonati e mamme.


"Questo nuovo contributo - ha sottolineato il direttore dell’Usl Umbria 1 Giuseppe Legato – Ci consente di fare un ulteriore passo avanti nel processo di potenziamento del punto nascita più grande della nostra azienda, che, in controtendenza con i dati regionali e nazionali, finora ha continuato a registrare un costante incremento di parti (733 nel 2014). Più che positivi anche tutti gli indicatori dell'ospedale tifernate, che ha raggiunto un tasso di utilizzo del 90% registrando anche un aumento dell'attività chirurgica".

15 maggio 2015
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Umbria

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy