Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 23 SETTEMBRE 2019
Veneto
segui quotidianosanita.it

Veneto. Enpam: “Pronti ad aiutare economicamente medici e dentisti danneggiati da tromba d’aria”

L’ente previdenziale potrà erogare sussidi straordinari per i danni alla prima abitazione o allo studio e per i danni ad automezzi, attrezzature e altri beni mobili. Per chi lavora esclusivamente come libero professionista è possibile anche l’erogazione di un reddito sostitutivo. Le domande dovranno essere inviate all’Ordine dei medici di Venezia (o di altra provincia se iscritto a un Ordine diverso).

11 LUG - La Fondazione Enpam corre in aiuto dei medici e dei dentisti danneggiati dalla tromba d’aria che ha investito il veneziano nei giorni scorsi.
 
“Vogliamo dimostrare con i fatti la nostra vicinanza ai colleghi colpiti da questa calamità – dice il presidente dell’Enpam Alberto Oliveti – e lo faremo ascoltando la nostra rete di collegamento sul territorio”.
 
 
“L’Ente previdenziale – si legge in una nota - ha agito su impulso degli Ordini provinciali dei medici e degli odontoiatri. Sul posto è presente Maurizio Scassola, vicepresidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici e degli odontoiatri nonché presidente dell’Ordine di Venezia, con il quale l’Enpam è in costante contatto”.
 
Per quanto riguarda gli aiuti Enpam sottolinea che “potrà erogare sussidi straordinari per i danni alla prima abitazione o allo studio professionale e per i danni ad automezzi, attrezzature e altri beni mobili. Per chi lavora esclusivamente come libero professionista è possibile anche l’erogazione di un reddito sostitutivo”.

 
Nello specifico “gli indennizzi, sotto forma di sussidi straordinari, potranno arrivare fino a un massimo di oltre 17mila euro per la generalità degli iscritti mentre il tetto rimborsabile è più alto per chi esercita la libera professione. Inoltre l’Enpam potrà contribuire al pagamento fino al 75 per cento degli interessi sui mutui edilizi che dovessero essere accesi da iscritti o superstiti per la ricostruzione o la riparazione della casa e/o dello studio professionale danneggiati”.
 
Le misure si estendono anche ai familiari di iscritti deceduti che percepiscono dall’Enpam una pensione di reversibilità o indiretta (per esempio: vedove, orfani).
Inoltre i medici e i dentisti che esercitano esclusivamente la libera professione, costretti a interromperla a causa dell’alluvione, potranno chiedere un contributo di circa 80 euro per ogni giorno di astensione dal lavoro, fino a un massimo di 365 giorni.
 
Le domande dovranno essere inviate all’Ordine dei medici e degli odontoiatri di Venezia (o di altra provincia se iscritto a un Ordine diverso). La Fondazione Enpam procederà con i pagamenti appena le autorità avranno dichiarato lo stato d’emergenza.

11 luglio 2015
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Veneto

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy