Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 21 SETTEMBRE 2019
Veneto
segui quotidianosanita.it

Ipab. Lanzarin: “Lavoriamo a una riforma complessiva per la non autosufficienza. Entro l’anno nuovo testo”

L’assessore ha incontrato stamani una delegazione dei sindacati dei lavoratori. “Sono consapevole delle attese del territorio, degli enti, dei lavoratori e delle famiglie degli assistiti, ma affrontare il problema limitandosi ad una riduzione dell’Irap e ad un aumento del numero e degli importi delle impegnative di residenzialità, significherebbe mancare l’obiettivo e non dare una risposta lungimirante ai bisogni di una società che sta rapidamente invecchiando”, ha spiegato.

12 MAR - “La riforma delle Ipab rientra in un disegno più ampio di revisione complessiva del sistema veneto di assistenza per i non autosufficienti. L’assessorato alla Sanità e al Sociale sta lavorando con gruppi tecnici non solo per ridisegnare il nuovo assetto delle Ipab, ma per rivedere in maniera organica l’intera struttura degli interventi assistenziali, di cui i servizi residenziali sono un tassello importante, insieme ai centri diurni, ai servizi di domiciliarità e alla rete delle assistenti familiari”. E’ quanto ha ribadito l’assessore regionale alla sanità e al sociale, Manuela Lanzarin, incontrando a palazzo balbi una delegazione dei rappresentanti sindacali dei lavoratori delle Ipab del Veneto, guidata da Paolo Righetti (segretario regionale Cgil), Elena Di Gregorio (Spi-Cgil) e Daniele Giordano (Cgil. Funzione pubblica). Lo riferisce una nota della Regione.

“Sono consapevole delle attese del territorio, degli enti e dei lavoratori, nonché delle famiglie degli assistiti – ha premesso l’assessore – verso una riforma annunciata e invocata da anni. Ma affrontare il problema limitandosi ad una riduzione dell’Irap  (l’imposta su dipendenti a carico dei bilanci degli enti assistenziali)  e ad un aumento del numero e degli importi delle impegnative di residenzialità, significherebbe mancare l’obiettivo e non riuscire dare una risposta lungimirante ai bisogni di una società che sta rapidamente invecchiando. Per questo abbiamo preferito superare il progetto di legge presentato dalla Giunta all’inizio della legislatura (Pdl 25) e disegnare un intervento più ampio e complessivo attraverso un nuovo testo che la Giunta intende presentare  entro l’anno”.


Nel frattempo – ha spiegato l’assessore – il percorso verso il rilancio del ruolo assistenziale delle oltre 120 Ipab presenti in Veneto ha già preso avvio. “Le nuove norme sui Cda e sulle aggregazioni delle Ipab inserite nel collegato alla legge finanziaria 2017, il sistema di pagamento a budget previsto dal nuovo piano sociosanitario regionale 2019-2023 e le maggiori risorse stanziate dai  riparti del Fondo per la non autosufficienza dell’ultimo biennio (800 impegnati di residenzialità in più nel 2018 e incremento di 10 milioni di euro del Fondo per i non autosufficienti nel 2019) sono già  pezzi della futura riforma del sistema residenziale”.

“L’impegno della Regione sul fronte finanziario e normativo testimonia la volontà di affrontare in maniera strutturale e coordinata il crescente fabbisogno di servizi assistenziali per la terza e quarta età e la necessità di mantenere in equilibrio il sistema delle strutture residenziali – ha concluso l’assessore – Siamo al lavoro per ripensare l’intera ‘filiera’ dei servizi in modo organico, con  una visione a 360 gradi, che tenga conto della sostenibilità del sistema, del fabbisogno dei singoli e delle famiglie, della qualità dei servizi e della serenità degli operatori dell’assistenza”.

12 marzo 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Veneto

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy