Quotidiano on line
di informazione sanitaria
16 GIUGNO 2019
Veneto
segui quotidianosanita.it

Oncologia. Zaia: “Un riconoscimento di qualità la nomina di Rugge alla guida dei Registri tumori italiani”

Questo il plauso del Governatore al Direttore del Registro tumori del Veneto (Rtv) e docente di Anatomia patologica all’Università di Padova, nominato nei giorni scorsi ai vertici dell’Airtum che riunisce 46 Centri, solo alcuni dei quali di valenza territoriale regionale. “Il Rtv è il più grande registro d’Italia e copre il 100% della popolazione veneta”

17 APR - “Quando un sistema sanitario riceve un riconoscimento di qualità in oncologia è sempre un momento di particolare soddisfazione, perché significa che sta facendo bene nella lotta al male più temuto. Grazie al Professor Rugge per aver rilanciato il Registro Tumori del Veneto, oggi il più grande Registro regionale d’Italia, e complimenti per la nomina alla guida dell’Associazione Italiana Registri Tumori, Airtum, che è meritata e corretta”.
 
È quanto ha dichiarato il Presidente della Regione del Veneto, rivolgendo a Massimo Rugge, Direttore del Registro Tumori del Veneto-RTV e docente di Anatomia patologica all’Università di Padova, il suo apprezzamento per la nomina ai vertici dell’Associazione nazionale del settore, che riunisce 46 Centri, solo alcuni dei quali di valenza territoriale regionale.
 
“Il nostro Registro Tumori – ha detto il Governatore – non è solo efficiente, avendo raggiunto in pochi anni il 100% di copertura dei circa 5 milioni di veneti, ma è diventato anche un vero e proprio modello nazionale di registrazione dei dati, grazie alla solidità dell’informazione ricevuta dalla Rete Oncologica Veneta e alle capacità valutative del team di Rugge. Nella grande squadra che lotta contro il cancro – prosegue – il Registro è un braccio informativo fondamentale sia per indirizzare la prevenzione, sia per supportare gli aspetti terapeutici. Conoscere il nemico è il primo presupposto per poterlo battere”.

 
Il Registro del Veneto raccoglie ed elabora dati, che consentono di avere un monitoraggio approfondito della situazione. Grazie al lavoro di Rtv è stato ad esempio possibile escludere una maggiore incidenza di alcuni tipi di tumore nei residenti delle aree interessate dall’inquinamento da Pfas, e si conosce il peso di ogni singola neoplasia sulla salute delle persone.
 
Ad esempio, tra gli uomini, la frequenza maggiore è quella del cancro alla prostata, con 3.394 casi l’anno (il 21% del totale); seguono il polmone (1.960 casi l’anno pari al 12,1% del totale); il colon retto e ano (1.923 casi l’anno pari all’11,9%); la vescica (1.157 casi l’anno pari al 7,2%); il rene e le vie urinarie (749 casi l’anno pari al 4,6%). Tra le donne, con 4.701 casi l’anno pari al 31,8% del totale, il più diffuso è il tumore al seno, seguito dal colon retto e ano (1.629 casi pari all’11%); dal polmone (883 casi pari al 6%); dalla tiroide (815 casi pari al 5,5%); dal melanoma cutaneo (622 casi pari al 4,2%). La sommatoria tra maschi e femmine indica nella mammella la neoplasia più diffusa, con 4.734 casi l’anno, pari al 15,3% del totale; poi c’è il colon retto ano (3.552 casi pari all’11,5%); la prostata (3.394 casi pari all’11%); il polmone (2.843 cassi pari al 9,2%); la vescica (1.475 casi pari al 4,8%).

17 aprile 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Veneto

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy