Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 24 MAGGIO 2019
Veneto
segui quotidianosanita.it

Carenza farmaco Sinemet per il Parkinson. Lanzarin: “Problema europeo. In Veneto questione risolta con l’Aifa”

Il Sinemet è ora di nuovo disponibile nelle confezioni 200mg+50mg 30 compresse a rilascio modificato, 100mg+25mg 50 compresse a rilascio modificato e 100mg+25mg 50 compresse divisibili. “Non si è mai trattato di problemi legati alle scelte della Regione Veneto al punto che la stessa Aifa ha specificato che ‘analoga situazione si è verificata anche in altri Stati Membri dell’Ue’”, afferma l'assessore. 

18 APR - “L’Assessorato e gli uffici della Farmaceutica della Regione hanno seguito con la massima attenzione la situazione legata alla temporanea difficoltà di reperimento, del tutto indipendente dalla volontà e dall’operato delle Regioni, Veneto compreso, del farmaco Sinemet per la cura del morbo di Parkinson. Ora la questione è risolta”. Lo sottolinea in una nota l’assessore alla Sanità della Regione del Veneto, Manuela Lanzarin, in relazione alla carenza di tale farmaco, oggetto anche di un’interrogazione della senatrice Bini (Pd) al sottosegretario alla Salute Luca Coletto lo scorso 11 aprile.
 
“L’Agenzia Italiana del Farmaco - informa l’assessore - con una specifica nota, dopo i numerosi contatti avuti con i nostri tecnici, ci ha informato che il Sinemet è ora disponibile nelle confezioni 200mg+50mg 30 compresse a rilascio modificato e 100mg+25mg 50 compresse a rilascio modificato”.

 
“Inoltre - precisa l’Assessore - è di nuovo disponibile la confezione da 100mg+25mg 50 compresse divisibili, perché sono cessati i problemi produttivi delle scorse settimane. Peraltro, l’Aifa autorizza eccezionalmente eventuali necessarie importazioni di questa confezione, laddove siano ancora riscontrati problemi. I pazienti possono quindi rivolgersi al proprio farmacista pr ordinare questa confezione del medicinale”.
 
Non si è mai trattato di problemi legati in alcun modo alle scelte e all’operatività della Regione Veneto - tiene a puntualizzare infine Lanzarin - al punto che la stessa Aifa ha specificato che ‘analoga situazione si è verificata anche in altri Stati Membri dell’Ue’ e che si sta lavorando ‘insieme alle altre Agenzie di regolazione dei medicinali e all’Agenzia Europea per i Medicinali per contrastare le carenze’”.
 
Stando al comunicato dell'Agenzia del farmaco del 15 aprile “l’unica confezione che risulta attualmente carente, a causa di problemi produttivi, è quella da 50mg+25mg compresse, 50 compresse divisibili (AIC 023145016). In particolare, i ritardi nella fornitura del prodotto sono imputabili a un aumento degli ordini collegato alla diminuzione di fornitura a livello europeo da parte dei produttori che commercializzano l’equivalente di Sinemet® (il brevetto del medicinale è infatti scaduto). Per questa sola confezione, il titolare AIC non ha ancora comunicato una data certa di fine carenza, anche se è previsto a breve l’arrivo di nuove forniture. Nel frattempo, è possibile accedere alla procedura di importazione riportata nella nota”.
 
"La nota Aifa - conclude Lanzarin - invita anche i cittadini a contattare il servizio FarmaciLine al numero 800 571 661 per qualsiasi informazione necessaria. Il servizio è attivo tutti i giorni lavorativi dalla 9.00 alle 13.00". 

18 aprile 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Veneto

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy