Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 06 AGOSTO 2021
Campania
segui quotidianosanita.it

Covid. Napoli, paziente muore nel bagno del Ps. De Luca: “Ecco come è andata”. Poi annuncia: “Procederemo contro Ricciardi”

Il consulente del ministro della Salute, commentando la situazione in Campania e Napoli, ha parlato “scene da guerra" e “necessario lockdown". Il governatore non ci sta. E contro le polemiche sollevate da un video girato nel PS del Cardarelli che mostra un uomo anziano trovato morto, da solo, nel bagno, chiarisce che nessun paziente è stato abbandonato: “Il paziente, trasferito in OBI, si è alzato dalla barella ed è andato in bagno. Dopo dieci minuti, l’infermiere, preoccupato, è andato a verificare e l'ha trovato a terra privo di vita. Quindi si è allontanato per prendere la lettiga". In questi minuti l’altro uomo avrebbe girato il video.

13 NOV - Il presidente della Campania, Vincenzo De Luca, interviene dopo le polemiche provocate dalla diffusione di un video girato nel Pronto Soccorso dell’ospedale Cardarelli di Napoli che mostra un uomo anziano trovato morto, da solo, nel bagno. E contro le polemiche sulle gravi condizioni degli ospedali campani e sullo stato di abbandono che vivrebbero i pazienti, racconta “la vera storia” di quanto accaduto. L’anziano di 84 anni, spiega, è "giunto al Pronto Soccorso del Cardarelli, già con l’ossigeno da casa”. Il paziente, “come risulta dalla cartella clinica, era affetto da diabete, ipertensione, aneurisma all’aorta addominale, e già sottoposto in precedenza a intervento di laringectomia”.

Il paziente, riferisce ancora De Luca, “trasferito in OBI, si è alzato dalla barella ed è andato in bagno. Dopo dieci minuti, l’infermiere, preoccupato del ritardo, è andato a verificare e ha trovato l’uomo riverso a terra privo di vita. Quindi si è allontanato per prendere la lettiga. In questi minuti, un altro signore, Rosario R., 30 anni, giunto con mezzi propri al Pronto Soccorso del Cardarelli, ha avuto il coraggio di girare un video e di postarlo poi sui social. In serata, lo stesso giovane, contro il parere dei medici, è andato via dall’ospedale".


“Oltre a inviare la mia doverosa solidarietà alla famiglia del deceduto - dichiara De Luca -, ho invitato il Direttore Generale del Cardarelli a esprimere il mio apprezzamento, per il lavoro straordinario che fanno da sempre, a medici e infermieri di quel Pronto Soccorso. Ho invitato inoltre il Dg a denunciare l’esecutore dell’ignobile video e con lui quanti, su un episodio che poteva capitare in ogni ospedale del mondo, si sono abbandonati all’ennesima campagna di vergognoso sciacallaggio contro il Cardarelli e la sanità campana”

De Luca ha fatto poi sapere di avere “dato mandato agli uffici regionali di procedere legalmente contro il consulente del Ministro della Salute, Walter Ricciardi”. A scatenare l’ira del governatore campano potrebbero essere state le dichiarazioni rilasciate mercoledì da Ricciardi ai microfoni di Sky Tg24. Il consulente del ministro ha detto che avrebbe “messo Napoli in zona rossa già 2-3 settimane fa” perché “Napoli presenta tutta una serie di rischi importanti e va fatto un lockdown” anche per ridare "fiato a quegli ospedali in cui succedono cose veramente incredibili: persone che vengono assistite fuori dal pronto soccorso nelle loro macchine con l’ossigeno”. “Sono scene da guerra e questo non deve succedere ovviamente in una zona gialla. Se non è una zona rossa quella in cui succedono queste cose, qual è la zona rossa?".

13 novembre 2020
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Campania

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy