Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 19 GIUGNO 2021
Campania
segui quotidianosanita.it

Bonus Covid. Fismu contro la Asl di Benevento: “Nessun riconoscimento ai medici del 118”

“Rabbia e delusione “ da parte del sindacato per la decisione della ASL di Benevento di “non premiare i medici convenzionati del 118 che svolgono attività assistenziale nel Sistema Trasporto Infermi”. Questo, osserva la Fismu, mentre “si premiano altri medici che non operano in prima linea. Incomprensibile”.

09 APR - “Medici di serie A e medici del 118, invece, di serie B, discriminati dall’Asl Benevento, nel riparto dei cosiddetti ‘premi’ per l’attività anti Covid19”. Questa la denuncia della Federazione Italiana Sindacale Medici Uniti (Fismu) che annuncia proteste.

Dura Pinetta Vessichelli, vice segretario regionale di Fismu e responsabile regionale per la sigla sindacale dell’area del 118 che sottolinea: “In violazione alle disposizioni regionali, l’ASL di Benevento non ha rispettato i criteri di riparto imposti dalla delibera di Giunta Regionale n. 427 del 3 Agosto 2020 ed ha elargito ‘denari’ agli operatori che non sono inseriti nelle fasce a rischio contagio. Sono stati esclusi, invece, quei medici convenzionati dell’Emergenza che in piena pandemia hanno garantito, con encomiabile impegno, le attività di contrasto al Covid-19. Eppure la normativa è chiara: nel 118 vanno premiati coloro che svolgono attività nell’assistenza durante il trasporto che sono da considerarsi a rischio elevato di contagio perché a contatto stretto con i pazienti Covid”.


“Incomprensibilmente - aggiunge a dirigente Fismu - sono stati ‘premiati’ invece quei sanitari del 118 che vedono l’ambulanza solo da ‘lontano’, che non svolgono alcuna attività di trasporto o che lavorano in Centrale Operativa senza aver alcun contatto all’esterno o alcuna attività front-office”.

“Sui 92 sanitari indicati indicati dall’Asl, infatti, come beneficiari del provvedimento - precisa - vi sono circa 25 persone della Centrale Operativa e altre 10-15 unità che svolgono attività esclusivamente nelle sedi fisse, cioè unità che non svolgono attività sulle ambulanze. In pratica si tratta di un totale di 35-40 unità (circa il 40% su 92) che ha percepito la premialità senza averne il diritto, mentre ai 10-12 medici convenzionati 118 questo stesso diritto è stato negato”.

“Sorprende - spiega ancora - la risposta dell’ASL di Benevento che in riscontro alla richiesta di chiarimenti dei nostri legali ammette ‘candidamente’ (con nota prot. 135899 del 21 dic 2020) di aver riconosciuto le premialità alla Centrale Operativa in esecuzione di quanto stabilito nella delibera di giunta regionale n. 427 del 3 Agosto 2020. Ebbene non è vero, perché così invece si sta proprio violando, chiaramente, quella stessa disposizione regionale che viene citata dalla stessa dirigenza sanitaria, favorendo in questo modo alcuni, a scapito di altri, cioè della dignità dei lavoratori in prima linea”.

“Ma non finisce qua - conclude Vessichelli - Fismu si riserva di ricorrere nelle sedi opportune per accertare le eventuali responsabilità e per ripristinare il rispetto delle norme a tutela dei medici che hanno svolto il proprio lavoro rischiando nella lotta contro il virus”.

09 aprile 2021
© Riproduzione riservata


Altri articoli in QS Campania

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy