Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 13 LUGLIO 2024
Cronache
segui quotidianosanita.it

Guerra Russia-Ucraina. Raffica di missili, attaccato ospedale pediatrico: 38 morti, 4 erano bambini


Il bilancio del presidente ucraino Zelensky dopo l’attacco di ieri su diverse città. Unicef: “I bambini e gli ospedali non sono un obiettivo e devono essere sempre protetti. Gli attacchi devono finire”. E dall’Italia la Fiaso si mette a disposizione “per collaborare, con posti letto pediatrici, attivare una missione umanitaria e ogni altro strumento utile ad aiutare i piccoli pazienti e i colleghi sanitari ucraini”

09 LUG - Morte 38 persone, tra cui 4 bambini; 190 feriti, 64 persone ricoverate in ospedale a Kiev, 28 a Kryvyi Rih e 6 a Dnipro. È questo il bilancio dell’attacco russo che ha colpito diverse città dell’Ucraina. Il bilancio arriva dal presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, che riferisce come tutti i pazienti dell’ospedale pediatrico di Okhmatdyt sono stati trasferiti ad altre istituzioni mediche. La raffica di missili ha infatti gravemente danneggiato la struttura pediatrica di Kiev, il più grande centro medico per bambini del Paese.

“Un altro brutale promemoria del fatto che in Ucraina nessun luogo è sicuro per i bambini”, sottolinea l’Unicef in una nota. “I bambini e gli ospedali non sono un obiettivo e devono essere sempre protetti. Gli attacchi devono finire”, è l’appello, su X, dell’Ufficio Unicef in Ucraina:

E dall’Italia arriva il messaggio di solidarietà e supporto della Fiaso, la Federazione italiana aziende sanitarie e ospedaliere. “La notizia e le drammatiche immagini che ci arrivano dall’ospedale pediatrico Okhmatdy di Kiev, pesantemente bombardato da missili russi, non solo ci indignano, ma hanno immediatamente fatto scattare la macchina della solidarietà di Fiaso, che, con la sua rete nazionale di aziende sanitarie e ospedali, si è attivata ed è a disposizione dell’Unità di crisi e della Protezione civile, per collaborare, con posti letto pediatrici, attivare una missione umanitaria e ogni altro strumento utile ad aiutare i piccoli pazienti e i colleghi sanitari ucraini alle prese con questa ennesima emergenza, questa volta particolarmente crudele perché colpisce i bambini, i più fragili tra i fragili”, dichiara in una nota il presidente Fiaso, Giovanni Migliore.



09 luglio 2024
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy