Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 30 SETTEMBRE 2022
Cronache
segui quotidianosanita.it

Parte "Salute e Benessere Bambini", la nuova pagina web dell'Ansa


L'iniziativa dell’Agenzia punta a fornire una corretta informazione su salute e prevenzione pediatrica. I contenuti scientifici e i consigli saranno validati dagli esperti della Società Italiana di Pediatria. Per il ministro Lorenzin è “essenziale essere informati in maniera sicura”.

21 OTT - Mai più “navigazioni” senza bussola nell’andare a caccia di informazioni sulla salute dei bambini. Da oggi basterà un click sulla nuova pagine web dell’Ansa “Salute e Benessere Bambini” per avere notizie sicure e accreditate.
Perché tutto quello che mamme e papà ma anche educatori, insegnanti e quanti si occupano del benessere dei piccoli vorranno sapere, sarà validato dagli esperti della Sip, la Società Italiana di Pediatria alla quale aderiscono circa 10 mila pediatri ospedalieri, universitari e di famiglia,
L’iniziativa del canale web dell’agenzia di stampa, presentata oggi alla stampa all’Ospedale Bambino Gesù di Roma, conterrà aggiornamenti quotidiani su tutte le novità scientifiche che riguardano la salute dei bambini nei primi anni di vita ed anche notizie e consigli sui grandi temi dell'alimentazione e sui maggiori temi di medicina.

Dalle vaccinazioni ai problemi del sonno, dalle allergie alle malattie infettive, dai piccoli disturbi alle grandi malattie, ma anche informazioni sulle norme per la sicurezza in casa, in auto, sui giocattoli e video giochi saranno approfondite nelle varie rubriche che il canale web metterà a disposizione degli utenti. Mentre nella sezione video i medici della Sip insegneranno cosa fare in caso di primo soccorso: convulsioni, crisi allergiche, ustioni, disostruzioni e altro.
 
L’iniziativa ha ricevuto il plauso del ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, “In un mondo i cui la comunicazione è diventata bulimica – ha detto il ministro nel corso delle presentazione della nuova pagina web – bisogna cambiare alcuni parametri, e questo vale ancora di più quando si parla di salute. La disinformazione è infatti una cattiva informazione sanitaria che può creare grandi danni ai cittadini”. L’iniziativa dell’Ansa in collaborazione con gli specialisti della Sip, per Lorenzin, fornisce quindi un servizio essenziale. “Faccio un esempio da utente – ha spiegato – se digiti qual è la migliore alimentazione in gravidanza trovi di tutto, anche grandi castronerie. Diventa quindi difficile per l’utente orientarsi in maniera semplice e sicura. Sarebbe più saggio andare dal medico, ma il mondo dell’informazione cresce e si muove su informazioni. Oggi si dice l’ha detto internet senza saper cosa c’è veramente dietro quel post. Essere quindi informati in maniera sicura è estremamente importante, soprattutto quando si parla dei bambini”.
 
“Abbiamo condiviso questa iniziativa – ha spiegato Giovanni Corsello, presidente della Sip – perché riteniamo che il compito del pediatra oltre a curare i bambini sia anche quello di garantire il loro benessere. Quindi oltre alla ricerca e alla formazione dobbiamo puntare alla qualità dell’informazione sui temi della salute in età pediatrica, anche in chiave di prevenzione, attraverso un canale informativo qualificato a disposizione delle famiglie. Sempre di più i genitori, infatti, cercano su internet notizie sulla salute dei loro bambini, imbattendosi in una vasta mole di informazioni spesso poco controllata sul piano dell’affidabilità scientifica”.
 
Secondo quanto emerso da una overview condotta dalla Sip in occasione della presentazione del canale Salute&Benessere Bambini, sempre di più mamme italiane navigano alla ricerca di informazioni sulla salute e cercano siti specializzati e accreditati. Dal 2008 al 2012 l’utilizzazione di internet è cresciuta del 25%, e il 56% delle donne hanno utilizzato il web per avere informazioni sulla salute dei propri bambini.
 
Durante la gravidanza le mamme ricercano intensamente notizie in tutti i formati (testo, audio, video,) per prepararsi al meglio alla nascita del bambino. L’attenzione si mantiene alta nei primi mesi di vita del bambino e tocca la punta massima al momento dello svezzamento. Dopo i due anni invece le mamme acquisiscono la consapevolezza che essere molto informata è diverso da essere bene informata. Prevale quindi la consultazione di fonti attendibili, note o imparziali che non sempre è facile reperire sul web, tema peraltro già affrontato dalla Commissione Europea con una policy dedicata.
“Dobbiamo garantire trasparenza e sicurezza dei messaggi che arrivano alle famiglie. Internet è infatti una vera e propria miniera di dati e di notizie che vanno filtrati con estrema cura. La salute dei bambini è un bene primario per la società, anche in vista della salute della popolazione futura e la sua tutela passa anche attraverso un buon uso degli strumenti di comunicazione più attuali” ha concluso Corsello.
 
 
E proprio il rigore dell’informazione, in particolare quella dedicata alla salute dei bambini, ad avere ispirato il progetto. “Se i pediatri sono le sentinelle della salute noi ci sentiamo le sentinelle dell’informazione. – ha aggiunto il direttore dell’Ansa, Luigi Contu – l’obiettivo è quello di offrire notizie e approfondimenti certificati dagli esperti più qualificati del settore, dagli specialisti dei più importanti ospedali e centri di ricerca in Italia e del mondo”.
 
 

21 ottobre 2013
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy