Quotidiano on line
di informazione sanitaria
19 SETTEMBRE 2021
Cronache
segui quotidianosanita.it

Covid. In Gran Bretagna nuovi casi quasi raddoppiati in una sola settimana. Oggi 16.135 nuove infezioni. Timori per la partita Austria-Italia di sabato a Londra


Continua l’incremento dei casi attributi soprattutto alla variante Delta. Ma all’aumento dei casi fa comunque riscontro un incremento più contenuto dei ricoveri e questo grazie al vaccino ormai somministrato ad oltre il 60% della popolazione con ciclo completo e aIl’82% con una dose. Intanto le autorità sportive austriache sconsigliano ai tifosi di intraprendere il viaggio verso Londra dove resta in vigore la quarantena per gli arrivi dall'estero.

23 GIU - Il bollettino quotidiano del Regno Unito ha rilevato oggi 16.135 nuove infezioni da Covid-19. E' il numero di casi più alto dallo scorso 6 febbraio, quando ne furono registrati 18.262. Rispetto a mercoledì scorso i casi sono quasi raddoppiati (erano stai infatti poco di 9mila)
 
La situazione in UK è peggiorata nelle ultime settimane, con un aumento dei contagi giornalieri attribuito alla diffusione esponenziale della variante Delta, rilevata per la prima volta in India.
 
Le autorità sanitarie confermano però un incremento più contenuto del totale dei ricoveri ospedalieri (ora pari a 1508) grazie all'efficacia vaccinale e addirittura un calo dei morti, dai 27 di ieri a 19.
 
I vaccini somministrati nel Paese superano i 75 milioni di dosi, con il 60,2% di tutta la popolazione adulta interamente immunizzata e l'82,5% raggiunta almeno da una prima dose.
 
Intanto la Federcalcio austriaca, citando il ministero degli Affari Esteri, “sconsiglia a tutti i tifosi d'intraprendere il viaggio verso Londra” dove sabato prossimo è in programma la partita degli ottavi di finale di Euro 2020 tra Austria e Italia.

 
D’altra parte l’organo sportivo austrico ha sottolineato che “nonostante i grandi sforzi” e “a causa dei tempi ristretti” non è possibile “alcun rinvio della partita” o lo “spostamento in un'altra sede”.
 
La Federcalcio austriaca ha reso noto di aver fatto “tutto il possibile” per permettere “al maggior numero possibile di tifosi di assistere alla storica partita” ma ad oggi permane un obbligo di quarantena per i tifosi sia in entrata che in uscita dal Regno Unito.

23 giugno 2021
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Cronache

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy