Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 10 AGOSTO 2022
Emilia Romagna
segui quotidianosanita.it

“Non abbassare la guardia”, al via la campagna estiva dell’Emilia-Romagna contro l’Hiv 

Focus sull’uso corretto del preservativo: pur con la disponibilità dei farmaci, ricorda infatti la Regione, l’utilizzo corretto del preservativo rimane uno metodo efficace e fondamentale per la prevenzione, sia per l’Aids sia per le altre infezioni sessualmente trasmesse, che secondo il rapporto Iss del 2020, sono in aumento del 40% negli ultimi 27 anni. In Emilia-Romagna nel 2020 140 nuove diagnosi di Hiv.

29 LUG - Anche in estate guai ad abbassare la guardia contro l’Aids. È con questa idea che la Regione Emilia-Romagna ha dato il via alla nuova campagna estiva, appunto, di sensibilizzazione sull’Hiv e le malattie sessualmente trasmissibili, con un focus sull’uso corretto del preservativo. Negli ultimi 10 anni le nuove diagnosi di Hiv in Emilia-Romagna sono quasi dimezzate. “Un segnale positivo- fa notare alla Dire Raffaele Donini, assessore regionale alla Sanità- ma che non deve far abbassare la guardia di fronte ai numeri di chi scopre di aver contratto il virus solo quando è già troppo tardi”.

Pur con la disponibilità dei farmaci, ricorda infatti la Regione, l’utilizzo corretto del preservativo rimane uno metodo efficace e fondamentale per la prevenzione, sia per l’Aids sia per le altre infezioni sessualmente trasmesse, che stando al rapporto dell’Istituto superiore di sanità del 2020, sono in aumento del 40% negli ultimi 27 anni.

I numeri dell’Hiv in Emilia-Romagna
In Emilia-Romagna nel 2020 sono state registrate 140 nuove diagnosi di Hiv, con un’incidenza pari a 3,1 casi ogni 100.000 abitanti (più alta nei maschi). La modalità di trasmissione principale risulta essere nell’88% dei casi quella sessuale. Resta purtroppo ancora alto il numero di chi arriva a una diagnosi tardiva. Nel 2020 il 66% delle persone sieropositive era già in Aids o in una fase molto avanzata dell’infezione al momento della diagnosi. Le classi di età più colpite sono quelle tra i 20 e 49 anni. Le persone di origine straniera con diagnosi di Hiv sono poco meno di un terzo (32%) del totale.

29 luglio 2022
© Riproduzione riservata

Altri articoli in QS Emilia Romagna

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy