Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 18 LUGLIO 2024
Emilia Romagna
segui quotidianosanita.it

Emergenza PS. Faraca (Cisl Medici): “Condividere, per passare dalla contingenza alla soluzione”

La segretaria Cisl Medici dell’Emilia Romagna interviene dopo la 'lettera aperta' di Fimmg, Cimo, Snami e Fials indirizzata all’Ausl di Bologna. Per Faraca “pilastro inscindibile di un intervento è il risanamento di situazioni anomale relative al personale che poi applica i programmi e alla disponibilità dei mezzi a disposizione degli operatori”.

12 GEN - “La proposta del direttore sanitario Angelo Fioritti della Azienda Usl di Bologna in risposta alla 'lettera aperta' di alcune sigle sindacali è buona e condivisibile per affrontare in prospettiva come e dove intervenire sulla situazione bolognese. Fermo restando la necessità di interventi urgenti per affrontare la contingenza”. Lo afferma in una nota Marisa Faraca, segretario regionale Cisl Medici Emilia Romagna.

“Bologna  - prosegue Faraca - è forse il luogo in cui le criticità e le problematiche del sistema emergenza urgenza emergono con maggiore acuzie per via dei grandi numeri che qui sono in gioco. Ma è anche rappresentativa di una realtà presente anche nel resto della regione.  Ovvero trattasi di questioni che riguardano tutti i Pronto Soccorso  e tutta la rete d'emergenza regionale”.

“Consapevoli di ciò - conclude Faraca - la Cisl Medici che da anni è sensibile a tali problematiche,  ha chiesto ed ottenuto di far inserire tale questione nel documento programmatico di 'accordo regionale'  stabilito e sottoscritto recentemente con il presidente Bonaccini.  È infatti necessario per passare dalla contingenza alla gestione e ad una soluzione, condividere le ipotesi di intervento sul Sistema in modo sistematico e diffuso oltreché interconnessi al territorio o meglio alle diverse realtà territoriali ed alle loro specifiche esigenze. Questo in termini di Servizio alla popolazione”.

Per Faraca “pilastro inscindibile di un intervento è il risanamento di situazioni anomale relative al personale che poi applica i programmi e alla disponibilità dei mezzi a disposizione degli operatori per erogare i servizi nella misura adeguata nei tempi idonei e nei luoghi che servono  agli utenti del Servizio Sanitario Regionale”.

12 gennaio 2017
© Riproduzione riservata

Altri articoli in QS Emilia Romagna

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy