Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 30 GENNAIO 2023
      
      Federsanità
segui quotidianosanita.it

Cronicità e diabete. Federsanità: “Un paziente curato male costa annualmente oltre 2 volte il costo medio per paziente in Italia”

La Presidente Frittelli alla presentazione dell’Action Plan 2022- 2025 Roma Cities Changing Diabetes: “Una diffusa, semplice ed economica attività di prevenzione delle complicanze consente di ridurre considerevolmente il costo della patologia migliorare la qualità della vita dei pazienti”. LE SLIDE

19 OTT -

“Una diffusa, semplice ed economica, attività di prevenzione rispetto alle complicanze consente di ridurre considerevolmente il costo del diabete e di migliorare la qualità della vita dei pazienti. Infatti un cittadino ben curato costa annualmente circa 1/3 del costo medio per paziente in Italia mentre una persona curata male costa annualmente oltre 2 volte il costo medio”. Così Tiziana Frittelli, presidente nazionale di Federsanità, alla presentazione dell’Action Plan 2022-2025 “Cities Changing Diabetes” promosso a Roma dall’Health City Istitute.

“È un momento davvero complicato e lo è anche in prospettiva se guardiamo ai dati sulla grande progressione dell’invecchiamento”. I dati Istat indicano che nel 2049 avremo il 34,9% di residenti ultra 65enni, ma anche oltre 10 milioni di persone sole. “Siamo un Paese che si sta impoverendo oltre che invecchiando, quindi accanto alle patologie croniche dovremo affrontare anche il grande tema delle fragilità sociali. L’unico modo per farlo è attivare un dialogo virtuoso tra governance della sanità, e quindi le direzioni strategiche delle aziende sanitarie e ospedaliere, con la rappresentanza istituzionale sui territori e primo punto di riferimento delle Comunità.

Quindi, quali ulteriori azioni non sanitarie si possono adottare per prevenire le cronicità, in particolare il diabete? Ad esempio adottare i Piani Regionali di Prevenzione 2021-2025, costruendo Reti integrate tra Dipartimenti prevenzione delle ASL  e Comuni  per città in salute (Scuole in salute, parchi, palestre, centri anziani, ristorazione collettiva, ecc.); facilitare il movimento e la corretta alimentazione. “Questo in particolare è un’azione sulla quale Federsanità è impegnata in prima linea anche tramite l’alleanza Happyageing e la sinergia con la Rete Città Sane. La chiave – ha detto Frittelli – è creare un sistema tra diverse competenze, pianificatori e urbanisti, salute pubblica e decisori per attuare accorgimenti di tipo tecnico, volti a ottimizzare le politiche di pianificazione urbanistica in un’ottica di salute. Così come organizzare campagne di informazione corretta e diffusa fondata su evidenze scientifiche per, ad esempio, accrescere l’alfabetizzazione sanitaria, contrastare le fake news e favorire decisioni informate e consapevoli sulla salute; ridurre inappropriatezze e consumismo sanitario; promuovere sani stili di vita; responsabilizzare i cittadini verso la salute propria e della comunità”.



19 ottobre 2022
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Regioni e Asl

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy