Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 19 MAGGIO 2022
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Marazziti (Des): "Legge è punto di incontro equilibrato fra umanesimo cristiano e umanesimo laico”


14 DIC - “Con l’approvazione definitiva della legge sul fine vita oggi al Senato – 180 voti a favore, 71 contrari, 6 astenuti – arriviamo a un punto di incontro ragionevole, equilibrato, sofferto tra umanesimo cristiano e umanesimi laici, su un tema difficile, come la vita, la dignità della vita, la sofferenza e il dolore”. Questo il commento di Mario Marazziti, Presidente della Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati, che ha licenziato il provvedimento nell’aprile scorso, al via libera finale al provvedimento sul testamento biologico.


“Nessuna legge è perfetta, ulteriori cambiamenti in meglio sarebbero stati possibili se ci fosse stato più tempo, ma penso che sia sfatato definitivamente il mito - perché di mito si è sempre trattato - di una Chiesa cattolica insensibile di fronte al dolore del morente e di un unico modo per umanizzare il morire, quello dell'eutanasia e del suicidio assistito” – ha aggiunto Marazziti.


“Qui eutanasia e suicidio assistito restano fuori e si prova a umanizzare il morire senza chiamare e anticipare la morte”, ribadisce Marazziti. “C’è' un no chiaro all'accanimento terapeutico e alle cure inutili e sproporzionate. E c’è un no chiaro all' abbandono e alla solitudine di chi è nella fase più difficile della vita. Si rimette al centro, anche nel consenso informato, la relazione tra medico, sanitari e paziente, oggi fatto di crocette burocratiche, e si stabilisce un percorso di pianificazione condivisa delle cure, quando si entra in una malattia degenerativa grave. Una novità assoluta che rimette al centro proprio la relazione tra medico e paziente, e la deontologia professionale, come pure la sua coscienza”.
“Ripeto – sottolinea Marazziti - non è una legge perfetta, e le leggi perfette non esistono mai. Ma sono fiero di avere aiutato i lavori di tutti con un ‘metodo costituente’ che ha portato a migliorare il testo base raccogliendo e sintetizzando 91 cambiamenti, con maggioranze diverse, non basate sui rapporti di forza”

“Senza questo lavoro – ha concluso il Presidente della Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati - se avesse prevalso la linea della contrapposizione assoluta come in altre legislature e nel dibattito pubblico, il testo finale sarebbe stato fortemente squilibrato. Per questo, al di là dei timori legittimi di quanti non si riconoscono pienamente nel testo ritengo che sia una pagina controcorrente che aiuterà nel tempo a unificare e non a dividere il paese. Quando non vince nessuno, alla fine vince un po' di più una Italia meno divisa e più umana”.
 

14 dicembre 2017
© Riproduzione riservata
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy