Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 26 MAGGIO 2022
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Isee. Via libera dal Parlamento. Il testo torna al Governo per sì definitivo


Le Commissioni riunite Bilancio e Affari Costituzionali della Camera ieri hanno espresso parere favorevole, seppur con osservazioni, allo schema di decreto del Governo che aggiorna l'Isee. Dopo il “si” da parte delle regioni il testo torna a Palazzo Chigi per il via libera definitiva. I pareri del Parlamento e delle Regioni. 

07 AGO - Sono nove le osservazioni che le Commissioni riunite, Affari Sociali e Bilancio della Camera, hanno espresso ieri sullo schema di decreto di Palazzo Chigi che aggiorna profondamente l'Isee.
 
In particolare le due Commissioni chiedono al governo che siano escluse dal campo di applicazione dell'Isee le prestazioni assicurate dal sistema previdenziale e da quello sanitario. Suscita poi perplessità nei parlamentari, il meccanismo previsto per il trattamento delle persone disabili e non autosufficienti in quanto, in presenza di un reddito dell'interessato molto basso o nullo ma con beni patrimoniali, la detrazione prevista dall'Isee potrebbe non operare pienamente.
 
Palazzo Chigi viene invitato a riconsiderare quanto previsto per i proprietari di casa, perché l'aver portato le franchigie in conto reddito invece che sul patrimonio può comportare distorsioni a svantaggio di chi, pur proprietario, si trova in condizioni di basso reddito. Per questo le commissioni auspicano che la franchigia per i proprietari della prima casa torni in conto patrimonio. Per le famiglie più numerose, invece, si ritiene opportuno rivedere la franchigia sulla prima casa e quella massima di 10mila euro prevista per la determinazione del patrimonio immobiliare.
 
Il tempo stringe perché il nuovo Isee deve essere operativo a partire dal prossimo primo gennaio Ora il testo, dopo aver incassato a giugno anche il parere positivo delle Regioni, torna al Consiglio dei ministri per il via libera finale per l'applicazione, così da evitare lo slittamento al gennaio successivo.

07 agosto 2013
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy