Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 24 LUGLIO 2024
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Dl Femminicidio. Sì con osservazioni dalla Commissione Affari Sociali della Camera 


Prevedere dei centri antiviolenza e delle case rifugio, una ogni diecimila abitanti, e istituire un Fondo per il contrasto della violenza sulle donne, finanziato annualmente dalla legge di stabilità, da ripartire tra le regioni. Queste le osservazioni della XII Commissione al Dl sulla violenza di genere.

19 SET - Ieri la Commissione Affari Sociali ha approvato il parere, favorevole con condizioni, al decreto legge 93/2013: Disposizioni urgenti in materia di sicurezza e per il contrasto della violenza di genere. Il decreto, presentato dal governo prima della pausa estiva, prevede un giro di vite contro la violenza nei confronti delle donne. Gli obiettivi del Dl, nelle intenzioni dell’esecutivo sono sostanzialmente tre: prevenire la violenza di genere, punirla e proteggere le vittime.
 
Iniziato l’esame alla Camera del Decreto tutte la commissioni di competenza stanno esaminando il provvedimento che per metà ottobre deve essere convertito in legge. La Commissione Affari Sociali nell’esprimersi positivamente ritiene però che sia necessaria, per dare continuità all'attuazione del Piano d'azione contro la violenza sessuale e di genere e al fine di “incrementare e rendere uniforme su tutto il territorio nazionale, in misura di almeno uno ogni diecimila abitanti, la presenza dei centri antiviolenza e delle case rifugio, affinché tali strutture operino in maniera integrata con la rete dei servizi socio-sanitari e assistenziali territoriali”.
 
In più la Commissione ritiene che le Commissioni competenti dovrebbero “inserire una nuova disposizione che preveda l'istituzione, presso la Presidenza del Consiglio dei ministri, di un apposito Fondo denominato «Fondo per il contrasto della violenza nei confronti delle donne nonché organizzazione dei centri antiviolenza e delle case rifugio», finanziato annualmente dalla legge di stabilità, da ripartire tra le regioni”.

19 settembre 2013
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy