Quotidiano on line
di informazione sanitaria
27 NOVEMBRE 2022
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Farmaci innovativi oncologici: in Stato-Regioni i criteri per l'assegnazione del miliardo previsto per le Regioni


Schema di decreto del ministero della Salute di concerto con l’Economia approvato in Stato-Regioni. Come ripartire le somme alle Regioni a statuto ordinario e a quelle a statuto speciale. Il criterio guida per il 2017 è la quota di accesso al fabbisogno sanitario standard. IL PROVVEDIMENTO. 

21 DIC - Come ripartire il miliardo di euro che la legge di bilancio 2017 ha stanziato per i farmaci innovativi oncologici?

La soluzione è nello schema di decreto del ministero della Salute di concerto con l’Economia che oggi approda in Stato-Regioni per l’intesa e sul quale le Regioni hanno dato l'intesa.

Secondo il decreto, il riconoscimento del requisito dell'innovatività dei farmaci avviene secondo i criteri e le modalità fissati dall'Aifa con la determina n. 519 del 2017 e ha una durata massima di trentasei mesi. L'Aifa predispone e aggiorna mensilmente gli elenchi di riferimento dei medicinali innovativi e oncologici innovativi, che sono pubblicati sul portale web dell'Aifa.

Con cadenza trimestrale ed entro i 15 giorni successivi alla scadenza dei primi tre trimestri di ogni anno, considerando anche la possibilità del paziente di effettuare  il trattamento in una o più Regioni diverse da quella di residenza, l'Aifa fornisce al ministero della Salute i dati relativi alla spesa di competenza di ciascuna Regione, distinti per i residenti e per i non residenti, utilizzando i modelli allegati al decreto per i farmaci innovativi e per i farmaci oncologici innovativi.

Per il 2017 il ministero della Salute concorre a rimborsare alle Regioni a statuto ordinario e alla Sicilia, in coerenza con la quota di compartecipazione statale al finanziamento previsto dalla legge 296/2996, la quota regionale di competenza.
Per le Regioni a statuto speciale, la Sicilia limitatamente alla quota di finanziamento a proprio carico, e le province autonome di Trento e di Bolzano la spesa di competenza per l'acquisto dei medicinali innovativi e oncologici innovativi, in relazione alla singola indicazione terapeutica, dispensati a soggetti residenti nelle Regioni a statuto ordinario o della Sicilia, viene rimborsata attraverso il sistema della fatturazione diretta tra gli enti del Servizio sanitario nazionale delle Regioni o Province autonome interessate. Questa spesa concorre alla determinazione del rimborso della spesa per residente di competenza di tali Regioni .

Dal 2018 il ministero della Salute concorre a rimborsare alle Regioni a statuto ordinario e alla Sicilia la spesa regionale di competenza sostenuta per i residenti. Per le Regioni a statuto speciale e la Sicilia per la quota a proprio carico e per le Province autonome di Trento e di Bolzano vale il meccanismo già descritto per il 2017.

L'erogazione delle somme per il 2017 è effettuata in proporzione alla quota di accesso al fabbisogno sanitario standard  per  lo stesso anno, fino a raggiungere l’importo previsto dal finanziamento.

21 dicembre 2017
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy