Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 30 MARZO 2020
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Ddl Antiviolenza. M5S precisa: “Con nuova legge stesse tutele di pubblico ufficiale e prevenzione”

I parlamentari pentastellati delle commissioni sanità di Camera e Senato intervengono sul testo approvato in commissione dove non è stata equiparata la qualifica di pubblico ufficiale agli operatori sanitari. “Vogliamo ribadire a chi critica la mancata equiparazione che la legge contro le aggressioni, concede invece a tutte le figure sanitarie e socio sanitarie, compresi i volontari che operano in sanità, i vantaggi e le tutele del Pubblico ufficiale”.

16 FEB - “Garantire la sicurezza dei nostri medici e operatori sanitari è sempre stata una battaglia del MoVimento 5 Stelle. Per noi significa consentire a queste figure professionali di svolgere la loro attività in sicurezza in ogni circostanza, per dare loro la tranquillità di prendersi cura della salute delle persone”.  Lo dichiarano in una nota i parlamentari del MoVimento 5 Stelle delle commissioni Affari Sociali e Sanità di Camera e Senato. 
 
“Per questo vogliamo ribadire a chi critica (nella maggioranza la misura è stata contestata da Leu ndr.) la mancata equiparazione del personale sanitario alla qualifica di Pubblico ufficiale, che la legge contro le aggressioni, concede invece a tutte le figure sanitarie e socio sanitarie, compresi i volontari che operano in sanità, i vantaggi e le tutele del Pubblico ufficiale. E questo grazie all'inasprimento delle pene per chi commette atti di violenza ai danni di medici e personale e soprattutto con la procedibilità di ufficio. Mentre li abbiamo preservati dalle funzioni di polizia. Ricordiamo – aggiungono - che sia i medici che gli infermieri, in alcune circostanze quando redigono atti certificativi sono già Pubblici ufficiali, come anche i primari degli ospedali che svolgono attività amministrativa. Per rispondere con la massima urgenza, a un tema importante come questo, le tutele sono state ampliate alla Camera a tutte le professioni sanitarie e socio-sanitarie in ogni luogo in cui si opera e con l'ultimo passaggio al Senato, il testo diventerà subito legge.  E questo proprio per garantire immediatamente a medici e personale sanitario maggiori tutele, garanzie e protezione.”

 
“Tutte le categorie sanitarie e sociali  - concludono i parlamentari M5S - all'unanimità chiedevano  la procedibilità d'ufficio, e noi con questa legge l'abbiamo garantita insieme all'attenzione alla Prevenzione con l'osservatorio dedicato”.

16 febbraio 2020
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy