Quotidiano on line
di informazione sanitaria
20 GIUGNO 2021
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Covid. Stato di emergenza prorogato fino al 31 gennaio 2021. Obbligo di mascherina anche all’aperto e le Regioni potranno adottare misure più restrittive. Ecco la bozza di Decreto


Il provvedimento domani al Cdm. Resterebbero esclusi dall'obbligo della mascherina: i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva o motoria; i bambini di età inferiore ai sei anni; i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina. Le Regioni avranno poi la possibilità di inrtodurre misure ancora più restrittive rispetto a quelle disposte. Sulla base del decreto sarà poi manato il nuovo Dpcm con le misure di dettaglio che sostituirà quello in scadenza domani di cui ha parlato oggi in Parlamento Speranza. LA BOZZA

06 OTT - Pronto il testo del decreto che estenderà lo stato di emergenza fino al prossimo 31 gennaio 2021 e introdurrà la possibilità di obbligo sull'utilizzo delle mascherine anche all'aperto.
 
Al momento, due le ipotesi in campo. La prima è quella di varare, nella giornata di domani, il decreto con la proroga dello stato di emergenza, e il conseguente Dpcm. La seconda è quella di un Dpcm 'ponte' che arrivi al 15 ottobre, termine di scadenza dell'attuale stato di emergenza. Le due ipotesi sono legate al voto della Camera sulla risoluzione di maggioranza, dopo il rinvio di oggi. Il voto in Aula è previsto alle 10 e, quindi, potrebbe permettere al governo di varare il decreto e il Dpcm entro domani. La decisione definitiva verrà presa solo domani in mattinata. 
 
Tornando al contenuto del provvedimento anticipato oggi in Parlamento dal ministro della Salute Roberto Speranza, il testo apre anche alla possibilità da parte delle Regioni di introdurre misure più restrittive rispetto a quelle disposte.
 
Quanto alle mascherine, nella bozza si spiega che si potrà prevedere l’obbligatorietà del loro utilizzo anche all’aperto in prossimità di altre persone non conviventi. Resterebbero esclusi dall'obbligo: i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva o motoria; i bambini di età inferiore ai sei anni; i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina, nonché coloro che per interagire con i predetti versino nella stessa incompatibilità.

 
Sulla continuità operativa del sistema di allerta Covid, viene consentita l’interoperabilità con le piattaforme che operano, con le stesse finalità, nel territorio dell’Unione europea. L'utilizzo dell'applicazione Immuni e della piattaforma, nonché ogni trattamento di dati personali saranno interrotti non più entro il 31 dicembre 2020, ma entro il 31 dicembre 2021. Entro la stessa  data tutti i dati personali trattati dovranno essere cancellati o resi definitivamente anonimi. 
 
Si provede poi all’inserimento del Sars-CoV-2 nell’elenco degli agenti biologici di cui è noto che possono causare malattie infettive nell’uomo. E, infine, viene introdotta una clausola di invarianza finanziaria.
 

G.R.

06 ottobre 2020
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy