Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 29 NOVEMBRE 2021
Governo e Parlamento
segui quotidianosanita.it

Vaccinazioni obbligatorie e scudo penale per operatori sanitari. Programmare riaperture da aprile. FI presenta le sue proposte. Ecco il documento “Italia Riparti”


Garantire uno scudo penale che metta al riparo chi vaccina da conseguenze giudiziarie senza fondamento. Vaccino contro il Covid obbligatorio per gli operatori sanitari che lavorano a contatto con i pazienti. Cambio di passo nella campagna vaccinale anche grazie all'utilizzo del canale farmacie. E poi un 'tagliando' da fare a metà aprile per valutare possibili riaperture prima della fine del mese. Mandelli: "La nostra prima preoccupazione è stata quella di elaborare proposte per un piano vaccini all’altezza di una sfida tanto importante". IL DOCUMENTO

31 MAR - Forza Italia presenta le sue proposte per fronteggiare l'emergenza sanitaria ed economica causata dal Covid. Nel documento "Italia Riparti" sono state inserite diverse proposte per la sanità e per accelerare la campagna di vaccinazione in corso.
 
A cominciare dal garantire uno  uno scudo penale che, salvo rarissimi casi di colpa grave, metta al riparo chi vaccina da conseguenze giudiziarie senza fondamento. E poi, vaccinazione contro il Covid obbligatoria per gli operatori sanitari che lavorano a contatto con i pazienti. Nel documento si ricorda anche l'importante ruolo che verrà svolto dalle farmacie. "Con la partecipazione dei farmacisti e delle farmacie alla campagna vaccinale contro il Covid - si legge - comincia a realizzarsi quel cambio di passo nella lotta alla pandemia per il quale Forza Italia ha lavorato sensa sosta. Nella Legge di Bilancio avevamo ottenuto la possibilità di eseguire le immunizzazioni in farmacia e oggi, con il Decreto Sostegni, questa possibilità è stata ulteriormente allargata".
 
Infine, nel documento si propone anche un "tagliando" a metà aprile per possibili riaperture atteaverso automatismi da attuare laddove i numeri siano in miglioramento. "Dobbiamo salvaguardare la salute dei cittadini - si spiega - ma allo stesso tempo è indispensabile dare una prospettiva ad un Paese in lockdown da ormai più di un anno".

 
"Ho partecipato alla conferenza stampa di Forza Italia sulle proposte per fronteggiare l'emergenza sanitaria ed economica. Se non sconfiggiamo il Covid, l'Italia non riparte. Per questo la nostra prima preoccupazione è stata quella di elaborare proposte per un piano vaccini all’altezza di una sfida tanto importante - ha commentato il responsabile sanità di Forza Italia, Andrea Mandelli -. E siamo particolarmente soddisfatti di aver messo in fila delle idee che hanno trovato accoglimento dal Presidente Draghi, prima, e dal Generale Figliuolo, poi. Abbiamo chiesto un esercito di vaccinatori adeguatamente formato, l'aumento dei punti vaccinali, l'avvio della produzione dei vaccini in Italia, forti di aziende che hanno fatto la storia dell’industria farmaceutica nel mondo. Ora continuiamo a sostenere la necessità di velocizzare la campagna vaccinale e chiediamo ai cittadini di fidarsi dei vaccini e di farsi immunizzare".
 
Se non sconfiggiamo il Covid, l'Italia non riparte. Per questo la nostra prima preoccupazione è stata quella di elaborare proposte per un piano vaccini all’altezza di una sfida tanto importante. E siamo particolarmente soddisfatti di aver messo in fila delle idee che hanno trovato accoglimento dal Presidente Draghi, prima, e dal Generale Figliuolo, poi. Abbiamo chiesto un esercito di vaccinatori adeguatamente formato, l'aumento dei punti vaccinali, l'avvio della produzione dei vaccini in Italia, forti di aziende che hanno fatto la storia dell’industria farmaceutica nel mondo. Ora continuiamo a sostenere la necessità di velocizzare la campagna vaccinale e chiediamo ai cittadini di fidarsi dei vaccini e di farsi immunizzare.

31 marzo 2021
© Riproduzione riservata

Allegati:

spacer Italia Riparti

Altri articoli in Governo e Parlamento

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy