Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 19 AGOSTO 2022
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

In vista del Pnrr. Altems lancia la versione “Executive” del suo Master in organizzazione e gestione dei Servizi sanitari


Cicchetti: “Siamo ad un grande punto di svolta per il nostro Ssn e dobbiamo trovarci pronti: i nostri manager, a livello intermedio (middle) che apicale (top) devono disporre di un bagaglio di competenze tecnico-professionali e comportamentali che consenta loro di guidare uno straordinario processo di rinnovamento del sistema che è indispensabile per cogliere le opportunità di un investimento senza precedenti nel Ssn”.

22 DIC - La pandemia da Covid-19 ha messo a dura prova il Servizio Sanitario Nazionali a tutti i suoi livelli e in tutte le sue articolazioni. Ma la sfida più grande è adesso: il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienze mette a disposizione oltre 15 miliardi di euro per la sanità con l’obiettivi di risolvere alcune criticità che ormai da diversi anni attanagliano il nostro sistema sanitario. Scarso coordinamento tra i diversi setting assistenziali, sistema fortemente incentrato sull’assistenza ospedaliera e basso livello di digitalizzazione sono solo alcune delle criticità che il PNRR proverà a risolvere per rendere il nostro Ssn più sostenibile e resiliente.

Come abbiamo avuto modo di sperimentare nella gestione dell’emergenza Covid-19, l’abilità manageriale nell’attivare le risorse professionali ed emotive dei singoli ha fatto spesso la differenza tra risposte confuse e poco efficaci e veri e propri “miracoli” di agilità organizzativa. Non è un caso che il Pnrr abbia dedicato attenzione alla formazione manageriale del personale del Servizio sanitario nazionale, prima leva del cambiamento.
 
Secondo Americo Cicchetti, direttore dell’Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari - Altems, “siamo ad un grande punto di svolta per il nostro Ssn e dobbiamo trovarci pronti: i nostri manager, a livello intermedio (middle) che apicale (top) devono disporre di un bagaglio di competenze tecnico - professionali e comportamentali che consenta loro di guidare uno straordinario processo di rinnovamento del sistema che è indispensabile per cogliere le opportunità di un investimento senza precedenti nel Ssn”.

Per questo motivo Altems, forte di un know-how ormai consolidato nello sviluppo e nell’erogazione di programmi di formazione manageriale, ha lanciato la versione executive del Master in Organizzazione e Gestione delle Aziende e dei Servizi Sanitarie. Quest’ultimo nasce dalla gemmazione del master in Organizzazione e Gestione delle Aziende e dei Servizi Sanitari che da 26 anni forma medici, infermieri, economisti, giuristi e tanti altri professionisti sui temi di management in sanità. Il nuovo Master Altems è accreditato Asfor ma soprattutto è riconosciuto dalla Regione Lazio come programma formativo per accedere all’albo dei Direttori Generali preso il Ministero della Salute.

“Innovazione è la parola chiave – afferma  Cicchetti – che ci ha guidato nella progettazione di questa nuova versione executive del Master in Organizzazione e Gestione delle Aziende e dei Servizi Sanitari. Abbiamo preparato un programma didattico che guarda al futuro del nostro sistema affiancando a temi più consolidati argomenti innovativi, come ad esempio la sostenibilità ambientale del sistema sanitario, la gestione delle diversità o il tema delle migrazioni e delle disuguaglianze. Grazie ad un faculty composta da docenti universitari e da professional altamente qualificati, i partecipanti acquisiranno le competenze tecnico-professionali e comportamentali necessarie per gestire adeguatamente e innovare le organizzazioni socio-sanitarie pubbliche e private, anche alla luce delle sfide offerte dal PNRR. Innovazione – continua Cicchetti - non solo nei temi ma anche nelle modalità di erogazione, con l’obiettivo di cogliere opportunità delle tecnologie”.
 
Il Master prevede, infatti, una formula blendend con lezioni frontali, video lezioni e soprattutto scambi di esperienze mediante l’attivazione di vere e proprie learning communities. Inoltre, i partecipanti al Master potranno toccare con mano best practices del settore sanitario e no, beneficiando in quest’ultima fattispecie della contaminazione da altri settori: sono, infatti, parte integrante del percorso formativo study tour in Italia e in Europa. 

La scadenza per le iscrizioni è l’11 gennaio 2022 e il percorso formativo avrà inizio nel mese di marzo 2022. Sono previsti 11 moduli con lezioni frontali secondo il seguente schema: il venerdì dalle ore 09:00 alle ore 18:00 ed il sabato dalle ore 09:00 alle ore 18:00. Parallelamente alle lezioni frontali saranno attivate 10 comunità di pratiche su temi rilevanti del settore sanitario e i discenti potranno avere accesso alle video lezioni.

Ulteriori informazioni sono disponibili al link oppure scrivendo a mariagiovanna.dipaolo@unicatt.it e luca.giorgio@unicatt.it.

22 dicembre 2021
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy