Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 09 FEBBRAIO 2023
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

#Ioticuro. Curami anche tu. Al via la campagna di sensibilizzazione di Anaao contro la violenza in corsia


"Vogliamo provare anche a ricostruire un rapporto in crisi, quello con il paziente, perché è anche da qui che si può ripartire per allentare le tensioni. Abbiamo attivato una rete di contatti con le Associazioni dei pazienti e dei rappresentanti dei cittadini per poter concordare le modalità per rafforzare questa relazione all’interno della alleanza terapeutica e accorciare le distanze tra chi cura e chi è curato”, spiega il segretario nazionale Di Silverio.

18 GEN -

L’Anaao Assomed promuove una campagna di sensibilizzazione contro le ricorrenti aggressioni ai danni dei medici e degli altri operatori sanitari chiamando anche i cittadini a collaborare.

“In questi giorni – afferma Pierino Di Silverio, Segretario Nazionale Anaao Assomed – sono stati proposti numerosi interventi, prevalentemente a carattere repressivo e di deterrenza, per arginare un fenomeno sempre più dilagante, che preoccupa la quotidianità del lavoro dei medici. L’Anaao ha ribadito più volte la necessità prioritaria di cambiare la legge del 2020 per rendere gli interventi più immediati ed efficaci”.

“Ma – aggiunge Di Silverio – vogliamo provare anche a ricostruire un rapporto in crisi, quello con il paziente, perché è anche da qui che si può ripartire per allentare le tensioni”.

“Siamo ben consapevoli delle difficoltà cui oggi è sottoposta la relazione medico-paziente. Lo stress quotidiano, la grave carenza di personale e la pessima organizzazione del lavoro caratterizzata dal crescente peggioramento delle condizioni in cui viene svolto, ci mettono continuamente all’angolo e ci impediscono di esercitare al meglio la nostra professione, che è fatta anche di tempo per il paziente, di disponibilità all’ascolto, di attenzione al dolore, di empatia con chi a noi si rivolge in momenti di sofferenza. Condizioni che diventano sempre più difficili”.


Ma anche il paziente può svolgere un ruolo attivo. “Per questo – conclude Di Silverio – abbiamo attivato una rete di contatti con le Associazioni dei pazienti e dei rappresentanti dei cittadini per poter concordare le modalità per rafforzare questa relazione all’interno della alleanza terapeutica, parte essenziale del nostro codice deontologico, e accorciare le distanze tra chi cura e chi è curato”.

“Abbiamo invitato i nostri iscritti a esporre sui camici il claim e a fare tutto quanto è nelle loro possibilità per ridurre le tensioni. Un piccolo segnale che ci auguriamo venga colto e accolto dai nostri pazienti”.



18 gennaio 2023
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy