Quotidiano on line
di informazione sanitaria
05 FEBBRAIO 2023
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Comma 566. Alleanza Professione Medica scrive a Lorenzin: “Avviare procedura per l’abrogazione”


I medici di APM inviano una lettera al Ministro della Salute in cui sottolineano come “dopo la sentenza del Tar del Lazio, in cui viene chiarito ampliamente che la clinica e l'assistenza non possono essere separate” occorre “senza mezzi termini di avviare la procedura per la abrogazione del comma 566”. LA LETTERA

25 MAG - Alleanza per la Professione Medica scrive al Ministro Lorenzin e chiede l’abrogazione del comma 566. “Dopo la sentenza del Tar del Lazio del 6 maggio scorso – si legge in una nota - , in cui viene chiarito ampliamente che la clinica e l'assistenza non possono essere separate perché verrebbe a generare una confusione di ruolo e di responsabilità...a discapito del malato, APM scrive al Ministro della Salute per chiedere senza mezzi termini di avviare la procedura per la abrogazione del comma 566”.
 
"A questo punto è inutile allungare ancora il dibattito su questo argomento - precisa il portavoce di APM, Riccardo Cassi - è da troppo tempo che si parla, si scrive, ma di fatti concreti neanche l'ombra. Tutte le riunioni ministeriali che prevedevano l'incontro con noi Medici sono state annullate e non più riconvocate. E' urgente a questo punto chiarire in maniera formale e definitiva il ruolo del medico come unico garante della salute del cittadino."
 
“La recente presa di posizione della FNOMCEO e degli Ordini dei Medici – conclude la nota -  in appoggio al DDL sull’atto medico, a cui APM aveva dato il suo sostegno sin dalla presentazione, devono far capire al mondo politico che i Medici non possono continuare ad essere marginalizzati ed esclusi dalla governance della tutela della salute”.

25 maggio 2015
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy