Quotidiano on line
di informazione sanitaria
29 GENNAIO 2023
Lavoro e Professioni
segui quotidianosanita.it

Fnomceo: “Per i medici militari serve una formazione ad hoc”. La proposta al ministro Guerini


Occasione dell’incontro, la consegna ufficiale al Ministro dell’invito per il Convegno “Riflessioni sulla pandemia da Sars-CoV-2. Il contributo del Comparto difesa e sicurezza sulla mitigazione e nel contrasto” che si svolgerà a Roma. Circa mille tra medici, infermieri, biologi, veterinari, farmacisti, psicologi, tecnici di laboratorio, altri operatori: tanti sono gli operatori sanitari del Comparto Difesa e Sicurezza che hanno offerto il loro impegno durante la pandemia.

09 NOV - Un percorso di formazione specifico per chi intende fare il medico militare. È questa una delle proposte che la Fnomceo, la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici - rappresentata da Franco Lavalle, Delegato per la Sanità militare e per il Comparto Sicurezza - ha sottoposto al Ministro della Difesa Lorenzo Guerini.
 
Occasione dell’incontro, la consegna ufficiale al Ministro dell’invito per il Convegno “Riflessioni sulla pandemia da Sars-CoV-2. Il contributo del Comparto difesa e sicurezza sulla mitigazione e nel contrasto” che si svolgerà a Roma, presso la Scuola di Perfezionamento Interforze (Piazza di Priscilla n. 6), il 17 novembre prossimo, dalle 9,00 alle 18,00.

Sarà infatti il Ministro Guerini, insieme al Ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, e a quello della Salute, Roberto Speranza, ad aprire i lavori.
Presenti all’incontro della Fnomceo con il Ministro, anche il Consigliere del Ministro della Difesa per la Sanità Militare, On. Giuseppe Fioroni, e l’Ispettore Generale della Sanità Militare, Tenente Generale Nicola Sebastiani.

“Questo Convegno è stato pensato per rendere grazie a tutti gli operatori sanitari del Comparto Difesa e Sicurezza, che hanno avuto e hanno un ruolo fondamentale e prezioso nella gestione della pandemia e nell’accelerazione della campagna vaccinale – spiega Lavalle -. Daremo atto, facendole raccontare dalla voce dei protagonisti, delle tante azioni messe al servizio dell’intera cittadinanza”.

Circa mille tra medici, infermieri, biologi, veterinari, farmacisti, psicologi, tecnici di laboratorio, altri operatori: tanti sono gli operatori sanitari del Comparto Difesa e Sicurezza che hanno offerto il loro impegno durante la pandemia di Covid-19. E lo hanno fatto su tutto il territorio nazionale. Lo hanno fatto inviando personale a sostegno delle strutture sanitarie; mettendo a disposizione, come centri Covid, gli ospedali militari; allestendo, nelle fasi più critiche dell’emergenza, ospedali da campo.

“Continua e si intensifica l’attenzione della Fnomceo a sostegno di questi meritevoli colleghi che hanno scelto di porre le loro competenze al servizio della nazione nel Comparto Difesa e Sicurezza – continua Lavalle -. Attenzione che si esplicita in corsi di formazione mirati, accreditati Ecm, perché nessun medico sia lasciato indietro con l’aggiornamento. E che potrebbe anche sfociare in un percorso formativo ad hoc per i medici che intendano intraprendere questa carriera, una sorta di specializzazione in medicina e sanità militare. Infatti, questi colleghi hanno bisogno di competenze poliedriche, dovendo gestire diversi compiti, dall’ambulatorio, alla medicina interna, agli interventi più o meno complessi”.

“Ringraziamo il Ministro Guerini per la sua sensibilità e disponibilità, e per l’apprezzamento dimostrato nei confronti dell’operato della Fnomceo – conclude Lavalle -. Lo attendiamo il 17, per dire tutti insieme il nostro grazie ai medici del Comparto Difesa e Sicurezza. Un plauso, infine, al Generale Francesco Paolo Figliuolo per l’efficacia e celerità con cui sta conducendo, in sinergia con il Ministero della Salute, la campagna vaccinale”.

09 novembre 2021
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Lavoro e Professioni

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy