Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 07 DICEMBRE 2022
Lazio
segui quotidianosanita.it

D’Amato: “Eccezionale maratona di trapianti multiorgano che ha salvato 6 vite”

La maratona nella notte tra il 16 e il 17 settembre. “L’eccezionale evento donativo è stato realizzato nella stessa notte contemporaneamente presso il San Camillo, l’Ospedale Sant‘Eugenio e l’Ospedale Sandro Pertini, e ha visto impegnato con successo il Centro Regionale Trapianti ed il suo laboratorio di immunologia. I tre donatori hanno offerto una seconda possibilità di vita a molteplici pazienti”.

19 SET - “Una eccezionale notte di trapianti multiorgano nel Lazio per un totale di tre donatori e sei riceventi: un trapianto di cuore, tre di fegato, due di rene e il prelievo di 6 cornee. Voglio ringraziare tutte le equipe mediche impegnate in una ‘maratona’ in favore della vita. Il Lazio è all’avanguardia nell’attività dei trapianti. Un ringraziamento va inoltre alle famiglie per la loro generosità che ha permesso di salvare sei vite umane. I trapianti sono stati infatti realizzati in continuità, e contemporaneità, frutto di una eccezionale maratona sanitaria, dal centro trapianto cuore del San Camillo, dai centri trapianto di fegato e rene rispettivamente del Policlinico Gemelli, Policlinico Umberto I, POIT San Camillo e Policlinico Tor Vergata”.

Lo rende noto  l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato in merito alla straordinaria attività di trapianto multiorgano che si è svolta nella notte tra il 16 e il 17 settembre.

“Questa complessa organizzazione di donazione e trapianto – ha proseguito D’Amato - ha visto all’opera tutta la notte ed il giorno seguente oltre 80 operatori sanitari altamente e specificatamente qualificati tra chirurghi, rianimatori, biologi, infermieri, tecnici, anatomo patologi, radiologi, operatori e mezzi di Ares 118 della rete sanitaria laziale nonché la collaborazione con il Centro Nazionale Trapianti e la Banca di Cornee Regionale”.

“L’eccezionale evento donativo è stato realizzato nella stessa notte contemporaneamente presso il San Camillo, l’Ospedale Sant‘Eugenio e l’Ospedale Sandro Pertini, e ha visto impegnato con successo il Centro Regionale Trapianti ed il suo laboratorio di immunologia in una ininterrotta e complessa attività di studio di compatibilità, studio di validità funzionale d’organo, processo allocativo e di coordinamento delle molteplici equipe di prelievo e trapianto. I tre donatori  (2 vittime di grave incidente e 1 di emorragia cerebrale) hanno offerto una seconda possibilità di vita a molteplici pazienti laziali affetti da patologia cardiaca epatica e renale terminale, in lista di attesa presso i centri trapianto romani”, ha sottolineato D’Amato.

Tale evento è il frutto di un complesso ed articolato lavoro di sensibilizzazione, ri-organizzazione ed ottimizzazione sanitaria della Rete Donazione -Trapianto realizzata dall’équipe del Centro Regionale Trapianti Lazio attualmente diretta dal Dr Mariano Feccia,  con la Rete Sanitaria e la Direzione Sanitaria Regionale, con Centri  Trapianto, le Rianimazioni, le Direzioni Aziendali, le Università ed istituti di ricerca, all’insegna  di una rinnovata collaborazione multidisciplinare, implementazione tecnologica, sviluppo terapeutico, manageriale  e di ricerca scientifica.

19 settembre 2022
© Riproduzione riservata

Altri articoli in QS Lazio

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy