Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 01 APRILE 2023
Lettere al direttore
segui quotidianosanita.it

Il Giubileo e gli infermieri

di Vincitori e idonei concorsi sanitÓ del Lazio

08 MAG - Gentile Direttore,
la Regione Lazio, in occasione del Giubileo, il cui inizio è fissato per il prossimo 8 dicembre, ha manifestato apertamente la necessità di assumere a Tempo Indeterminato 580 Operatori Sanitari, tra Medici, Infermieri e Tecnici. A tal proposito, quindi, viene spontaneo domandarsi quali modalità verranno utilizzate per il reclutamento di tali operatori, vale a dire, se si procederà tramite lo scorrimento delle graduatorie vigenti (ai sensi della Legge 125/2013), oppure se contestualmente saranno indetti nuovi Concorsi previsti dal DPCM 6 marzo 2015, recante la “Disciplina delle procedure concorsuali riservate per l'assunzione di personale precario del comparto sanità”.

A riguardo, è utile sottolineare che, gran parte del personale infermieristico, facente parte delle suindicate graduatorie, ha maturato gli specifici requisiti previsti dal citato DPCM. A causa del blocco del turnover, infatti, per lunghi periodi, attraverso l’utilizzo da parte delle Aziende regionali, delle Graduatorie in vigore, gli infermieri hanno ricoperto più incarichi a tempo determinato, garantendo altresì, nel corso di molti anni, un adeguato e dignitoso diritto ai cittadini di curarsi, fornendo loro, nonostante le varie problematicità, un’assistenza appropriata, nell’ambito di un SSR in seria difficoltà, a causa della grave e prolungata carenza di Organico!

In realtà, almeno nell’imminenza dell’Anno Giubilare, per reperire personale infermieristico, volendo seguire un’ottica orientata al risparmio, sempre più indirizzata alla riduzione dei costi di gestione, imposta anche da Linee di indirizzo Statali, potrebbe essere evitata l’indizione e l’espletamento di nuove procedure concorsuali, semplicemente utilizzando le graduatorie in corso di validità, costituite in gran parte da vincitori e idonei utilmente collocati in esse, i quali, come già detto, possiedono anche i requisiti previsti dal DPCM nominato in precedenza, necessari per poter usufruire della stabilizzazione.

In riferimento a quanto fin qui espresso, pertanto, l’auspicio è che, gli Infermieri, almeno al momento, per vedere concretizzato il diritto ad una stabilità lavorativa, attesa ormai da troppo tempo, soprattutto dopo aver addirittura superato più concorsi, non debbano vedersi costretti a sostenerne altri. È vero che, in generale, nella vita, si ha la necessità di affrontare e superare numerose prove…, ma, in questa specifica situazione, sembra sia proprio il caso di asserire: “A tutto c’è un limite!".

Comitato vincitori e idonei di concorsi pubblici Sanità Regione Lazio    

08 maggio 2015
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Lettere al direttore

lettere al direttore
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy